A Montecarlo la Pole Position è di Vettel Alonso è quarto

F1: VETTEL IN POLE ANCHE A MONACO
Brutto incidente per Perez, in ospedale

Sebastian Vettel conquista la pole del GP di Montecarlo, quinto centro stagionale in qualifica. Il tedesco della Red Bull partirà accanto a Button (McLaren), mentre Webber (Red Bull) precede Alonso (Ferrari), 4°. Terza fila per Schumacher (Mercedes) e Massa (Ferrari, 6°). La lotta per la pole è stata interrotta a 2 minuti dal termine, per l’incidente di Perez (Sauber) che ha sbattuto violentemente contro le barriere all’uscita del tunnel.

La prima volta non si scorda mai, in particolare se si tratta della pole position del GP più prestigioso della Formula 1. La piazzola numero 1 più ambita dai piloti del Circus, da cui Sebastian Vettel, campione del Mondo in carica, non era mai partito. Ma anche un biglietto che vale un’ipoteca sulla vittoria, per quella lotteria che è la gara di Monaco dove sorpassare è quasi impossibile.

Un trofeo scintillante che ancora manca nella bacheca del 24enne tedesco. Ma anche una corsa che si prospetta come al solito tirata, faticosa e pericolosa, come ben sa Perez, che a 3 minuti dal termine delle qualifiche, ha imitato la carambola fatta da Rosberg in mattinata. Dove, a differenza del tedesco, il messicano ha centrato in pieno le barriere in fondo all’uscita del tunnel. Con la Sauber che per fortuna è andata a sbattere sul lato destro, evitando un frontale terribile. I soccorsi hanno estratto dalla vettura il pilota in stato di shock e una volta trasportato in ospedale sono state escluse fratture. A Perez resta dunque un 10° posto assegnato e meritato, sperando che i medici della Fia gli diano la possibilità di correre. E che i meccanici della Sauber facciano il miracolo per ricostruire in tempo la vettura, fortunatamente integra nella scocca. Per il rookie 21enne sarebbe assolutamente un debutto da non mancare. Vedremo.

Intanto l’incidente di Perez ha compromesso le strategie e le prestazioni di Hamilton e di Alonso, due grandi favoriti per la pole di Montecarlo. L’inglese della McLaren ha fatto un gran giro alla ripartenza dopo la red flag, ma non è riuscito ad andare oltre il settimo tempo. Mentre Alonso ha dovuto accontentarsi del quarto crono, fatto poco prima dell’interruzione. L’impressione è che la Ferrari però non fosse a posto come nelle libere e, forse, anche Fernando non sia riuscito a trovare il giro perfetto, che sul tracciato cittadino è fondamentale per limare decimi preziosi. Visto che il distacco tra la Red Bull del tedesco e la Ferrari dello spagnolo, resta ancora una volta di poco inferiore a 1 secondo, con o senza favoritismi aerodinamici.

Considerando che dalla seconda fila Alonso dovrà guardarsi anche da insidie pesanti come la Red Bull di Webber, al suo fianco e vincitore nel 2010, ma soprattutto dalla Mercedes di Schumacher, vecchia volpe del Principato che scatterà dalla quinta piazza. Sperando che lo scudiero Massa, 6°, riesca almeno a mettersi dietro il tedesco al via. Perché dai, a Monaco tutto può succedere.

MATTEO CAPPELLA da sportmediaset.com

Pos  Pilota                Team                 Tempo      Gap
1.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault     1m13.556s
2.  Jenson Button         McLaren-Mercedes     1m13.997s  + 0.441
3.  Mark Webber           Red Bull-Renault     1m14.019s  + 0.463
4.  Fernando Alonso       Ferrari              1m14.483s  + 0.927
5.  Michael Schumacher    Mercedes             1m14.682s  + 1.126
6.  Felipe Massa          Ferrari              1m14.877s  + 1.321
7.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes     1m15.280s  + 1.724
8.  Nico Rosberg          Mercedes             1m15.766s  + 2.210
9.  Pastor Maldonado      Williams-Cosworth    1m16.528s  + 2.972
10.  Sergio Perez          Sauber-Ferrari       No time

Gap **
11.  Vitaly Petrov         Renault              1m15.815s   + 1.540
12.  Rubens Barrichello    Williams-Cosworth    1m15.826s   + 1.551
13.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari       1m15.973s   + 1.698
14.  Paul di Resta         Force India-Mercedes 1m16.118s   + 1.843
15.  Adrian Sutil          Force India-Mercedes 1m16.121s   + 1.846
16.  Nick Heidfeld         Renault              1m16.214s   + 1.939
17.  Sebastien Buemi       Toro Rosso-Ferrari   1m16.300s   + 2.025

Gap *
18.  Heikki Kovalainen     Lotus-Renault        1m17.343s   + 2.136
19.  Jarno Trulli          Lotus-Renault        1m17.381s   + 2.174
20.  Jaime Alguersuari     Toro Rosso-Ferrari   1m17.820s   + 2.613
21.  Timo Glock            Virgin-Cosworth      1m17.914s   + 2.707
22.  Jerome D’Ambrosio     Virgin-Cosworth      1m18.736s   + 3.529
23.  Tonio Liuzzi          HRT-Cosworth         No time
24.  Narain Karthikeyan    HRT-Cosworth         No time

Limite 107%: 1m20.471s
* Gap rispetto al più veloce in Q1
** Gap rispetto al più veloce in Q2

I commenti sono chiusi.