Afghanistan bomba in un campo muore il carabinierte scelto Manuele Braj 30 anni di Galatina

Afghanistan: attentato in un campo Carabiniere morto, altri due feriti

Esplosione contro un nucleo addestrativo della polizia afghana
La vittima, 30 anni, lascia
la moglie e un bimbo di 8 mesi
Il cordogio di Napolitano
Un carabiniere di trent’anni è morto ed altri due sono rimasti feriti in seguito ad una esplosione avvenuta stamani in un campo di addestramento della polizia afghana, ad Adraskan, nell’Afghanistan occidentale. Lo apprende l’Ansa da fonti qualificate.

L’attentato è avvenuto alle 8.50 locali (le 6.20 in Italia) in prossimità di una garitta di osservazione installata a ridosso della linea di tiro del poligono.  L’esplosione ha coinvolto 4 militari dell’Arma appartenenti al PSTT (Police Speciality Training Team) uno speciale nucleo addestrativo della polizia afghana.
In seguito all’esplosione un carabiniere è morto e due sono rimasti feriti alle gambe, mentre il quarto è illeso.

La vittima è il carabinierte scelto Manuele Braj, 30enne di Galatina (LE), effettivo al 13° Rgt. “Friuli-Venezia Giulia” . Lascia la moglie, 28enne, e il figlio di 8 mesi. Gli altri due militari  sono in servizio alla 2°  Brigata Mobile di Livorno e al 7° Rgt “Trentino- Alto Adige”: Sono feriti alle gambe e sono stati elitrasportati presso l’ospedale militare USA (ROLE 2) di Shindand, dove sono ricoverati non in pericolo di vita. La zona dell’esplosione è stata isolata per permettere i rilievi di rito e la ricostruzione della dinamica.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, «appresa con profonda commozione la notizia del tragico attentato in cui ha oggi perso la vita un carabiniere e altri due sono rimasti gravemente feriti, mentre svolgevano i propri compiti operativi nella missione internazionale Isaf in Afghanistan, esprime i suoi sentimenti di solidale partecipazione al dolore dei famigliari del caduto, rendendosi interprete del profondo cordoglio del Paese». Il Capo dello Stato «formula l’accorato auspicio che i militari feriti nell’attacco possano superare questo critico momento».

I commenti sono chiusi.