Airbus troppo lento?

airbusL’aereo Air France che lunedì è precipitato nell’oceano Atlantico viaggiava troppo lentamente prima del disastro.

Lo ha detto oggi il quotidiano francese Le Monde citando fonti vicine alle indagini.

Il quotidiano riporta che il costruttore dell’aereo, Airbus, avrebbe dovuto emettere una raccomandazione per indicare alle compagnie che usano gli aerei A330 la velocità ottimale in caso di maltempo.

Airbus non ha rilasciato commenti sulla notizia e non è stato attualmente possibile raggiungere la commissione francese di indagine sugli incidenti aerei, che deve convalidare raccomandazioni di questo tipo, note come Aircraft Information Telex. Su un quotidiano spagnolo si legge che il pilota di una linea aerea transatlantica ha detto di aver visto un lampo di luce bianca nello stesso momento in cui il volo Air France è sparito.

“Improvvisamente abbiamo visto da lontano un lampo di luce bianca, forte e intenso, che ha compiuto una traiettoria verticale verso il basso ed è sparito in sei secondi”, avrebbe detto il pilota di un volo Air Comet sulla tratta Lima-Madrid secondo quanto riferito dal quotidiano El Mundo. “Non abbiamo sentito comunicazioni o messaggi d’emergenza né prima né dopo (aver visto la luce)”.

Un portavoce della linea aerea Air Comet che ha sede a Madrid non è stato per ora disponibile a confermare la notizia del quotidiano, che cita un rapporto sottoposto dal pilota alla sua compagnia.

Il volo Air France A330-200 era partito da Rio de Janeiro alla volta di Parigi quando è precipitato nell’oceano Atlantico quattro ore dopo il decollo. Nessuno dei 228 passeggeri è sopravvissuto.

L’aereo non ha mandato nessun mayday prima dell’incidente, ma ha inoltrato messaggi automatici che segnalavano problemi all’impianto elettrico e la perdita di pressione subito dopo essere entrato in una zona di maltempo.

Il quotidiano portoghese Estado de Sao Paulo, citando una fonte vicina ad Air France, ha pubblicato quella che sostiene sia l’ultima sequenza di messaggi, sottolineando la velocità con cui l’aereo ha perso le funzioni fondamentali.

I messaggi sono iniziati alle 4.10 ora italiana, segnalando che il pilota automatico era stato rimosso. Nello stesso minuto vengono segnalati anche una serie di problemi elettrici. Alle 4.14 è stato inviato l’ultimo messaggio che diceva che l’aereo stava precipitando in acqua.

Non ci sono state conferme da parte di Air France.

Le squadre di ricerca che stanno perlustrando l’Atlantico hanno trovato ieri altri rottami dell’aereo, sparse in una zona di oltre 90 chilometri dell’Oceano Atlantico, circa 1.100 chilometri a nordest della costa brasiliana.

il ministro della Difesa brasiliano Nelson Jobim ha detto che la presenza di grandi chiazze di carburante in acqua esclude probabilmente l’ipotesi di un’esplosione, smorzando le ipotesi di un attentato terroristico.

Esperti sostengono che a causare il disastro possono essere state forti turbolenze e decompressioni in una zona di maltempo.

da REUTERS ITALIA

I commenti sono chiusi.