Aldo Grasso Blog Notes su Italia 1 spiega la forza dei reportage

aldo grasso 2«Blog Notes» spiega la forza
dei reportage

È un pugno allo stomaco «Blog Notes», l’antologia di reportage a cura di Mimmo Lombezzi e Lorena Bari in onda su Italia 1 (martedì, ore 23.55). Forse per questo va in onda in tardissima serata, come se ci fosse bisogno della quiete notturna per poter meditare sulla crudezza delle immagini, sull’intensità delle storie che racconta.
Non si tratta di un reportage tradizionale, ma più di una collezione di appunti presi durante il viaggio, di ricordi che vengono incorniciati seguendo un filo che conduce da uno all’altro. Lombezzi ha anche realizzato una serie di tavole grafiche, disegni che, accompagnati da passi letterari e citazioni, funzionano come punteggiatura del racconto. Nell’ultima puntata andata in onda, intitolata «Fame chimica», si parlava di droga e le telecamere di «Blog Notes» hanno scandagliato quattro ambienti molto diversi tra loro, per mostrare come la dipendenza mieta molte vittime, ma anche come uscirne sia possibile: dalle porte di Roma dove sono al lavoro gli operatori di Villa Maraini, alle baraccopoli del Brasile, dalla comunità di San Patrignano al Sudan massacrato dalla guerra civile. Vicino e lontano da noi, cambia la società ma la disperazione resta identica.
Il reportage ha scelto un tono più poetico che di denuncia, ma non si è tirato indietro dal sollevare con decisione il problema dell’eroina nelle periferie (ma anche nei centri) delle grandi città italiane, Roma soprattutto. La sostanza non è affatto un ricordo degli anni Ottanta, «il suo funerale è stato celebrato troppo in fretta», ha ricordato «Blog Notes». Quello che più colpisce sono le testimonianze dei sopravvissuti: lontano da ogni tentazione da tv del dolore, la telecamera ha la delicatezza giusta per raccogliere le loro storie di caduta e palingenesi, che risuonano come moniti difficili da ignorare.

di Aldo Grasso da corriere.it

I commenti sono chiusi.