Aldo Grasso e l’istant book su Berlusconi di Dario Stefàno

aldo grasso 3Esplora il significato del termine: Stefàno e lo scalpo del Cavaliere
sotto forma di instant-book
Da chi guida una Giunta ci si attendono solo atti ufficiali

Ci mancava solo questo, il libro-scalpo, il libro trasformato in trofeo di guerra da esibire in libreria. Neppure il tempo di fare le valigie dal Senato che Silvio Berlusconi si ritrova fra le mani un instant-book che promette «atti, retroscena e manovre» dal giorno in cui il Cavaliere è stato condannato dalla Cassazione per frode fiscale fino al 27 novembre, data in cui il Senato ne ha decretato la decadenza.
Il libro si chiama La decadenza . Il caso Berlusconi tra atti ufficiali, retroscena e manovre . Più del libro, che si mostra con una copertina funerea – la foto dell’autore in primo piano, sorpreso in un momento di intensa meditazione, e quella di Berlusconi, sullo sfondo -, più del libro, si diceva, interessa l’autore. Che è Dario Stefàno (accento sulla a), vendoliano, presidente della Giunta delle elezioni di Palazzo Madama. Il senatore ha avuto un ruolo determinante in tutta la vicenda, nella tempistica come nelle forme. Dopo la bocciatura della relazione di Andrea Augello (Pdl) è toccato a lui relazionare sulla pratica.

Il libro viene presentato come un giallo: «L’apparato giuridico, mediatico e politico del Cavaliere si mette in moto per provare a contrapporsi alla procedura con richieste di rinvio, ricorsi e istanze per annullare la decisione finale della Giunta e per ottenere la ricusazione dei componenti, fino a minacciare una crisi di governo…». Come andrà a finire, riuscirà il nostro eroe a trionfare? Pronta la risposta: «Dall’osservatorio privilegiato del palcoscenico più rovente, e con la prospettiva del dietro le quinte, Dario Stefàno, presidente della Giunta, ricostruisce in prima persona e attraverso un’ampia documentazione, tutta la vicenda, come in un reportage, svelando i retroscena, gli imprevisti, l’assalto dei media, le pressioni della politica».
Ma un presidente non dovrebbe esprimersi solo attraverso atti ufficiali? I retroscena, le manovre, l’assalto dei media sono materia giornalistica, non parlamentare. L’impressione è che il senatore Stefàno, l’immobiliarista di Sinistra Ecologia Libertà, abbia approfittato dell’occasione per esibire l’instant-book come scalpo. Si scrive in fretta per non dover pensare.

Aldo Grasso da corriere.it

I commenti sono chiusi.