Alian Robert, “spiderman” francese, alle prese con il grattacielo più alto del mondo, il “Burj Khalifa” a Dubai video

Dubai, lo “Spiderman” francese scala il Burj Khalifa

Alian Robert, il più spericolato scalatore al mondo, è riuscito nella sua ultima impresa personale: scalare il grattacielo più alto del mondo, il “Burj Khalifa”. La struttura dagli 828 metri di altezza è stata risalita verticalmente dall’atleta francese, che ha utilizzato esclusivamente le proprie mani e le scarpette da scalatore per raggiungere la cima, o meglio la parte superiore dell’edificio.

Il 48enne durante la sua longeva attività da scalatore ha completato la risalita delle 85 strutture più imponenti del mondo, passando dal Centre Pompidou di Parigi al quartier generale della Hand Seng bank di Hong Kong.

Ma per questa volta lo Spiderman celebre in tutto il mondo non ha rischiato guai con la legge a fine scalata, come avvenuto in passato, dato che la sua particolare iniziativa faceva parte di una serie di eventi per una conferenza internazionale che in questi giorni si tiene a Dubai.

E pensare che il 29 settembre del 1982, a soli 20 anni, Alian cadde da 15 metri durante un rappeling, che gli provocò uno stato di coma per 5 giorni con un edema cerebrale e la frattura entrambi gli avambracci, il gomito, il bacino ed il naso.

In seguito a quell’incidente Robert ha dichiarato di soffrire di un vago senso di vertigini, che in teoria avrebbero dovuto impedirgli di compiere scalate di questa portata, ma che forse gli hanno conferito un fantomatico e quanto improbabile “potere del ragno”.

Daniele Leuzzi

da ILQUOTIDIANOITALIANO.IT

I commenti sono chiusi.