Belgio Ghita 69 anni vive per un anno col marito morto Marcel di 73 anni nel letto matrimoniale

polizia_belgioBelgio, nel letto per un anno con il marito morto

Spagna, Muore e in casa c’è anche il cadavere del padre deceduto da un anno Cuneo, ritrovato cadavere mummificato

Bruxelles – È stato un caso che ha portato la polizia di Anderlecht a scoprire “l’appartamento degli orrori” in un palazzo normale nella periferia industriale di Bruxelles. Ghita, 69 anni, da un anno viveva chiusa nella sua casa con il cadavere del marito Marcel, 73 anni, “conservato” nel letto matrimoniale. In cucina, un altro macabro ritrovamento: la carcassa del loro cane sotto al tavolo.

Per un anno, così, la donna ha proseguito la sua vita come se il marito non fosse mai morto, nel sonno. E alla polizia che l’ha trovata a letto con il cadavere, ha presentato anche il suo Marcel, che la sera prima – ha raccontato loro – si era regolarmente coricato con lei.

Da tempo i vicini sentivano cattivo odore provenire dall’appartamento ma erano convinti che fosse colpa della spazzatura, perché non vedevano mai nessuno portarla fuori. A loro Ghita aveva anche spiegato l’assenza di Marcel da diverso tempo: «È fuori per farsi curare». La stessa scusa che aveva usato con il padrone di casa per giustificare il mancato pagamento dell’affitto dal novembre del 2012.

La donna è stata portata in un ospedale psichiatrico. Dalle prima analisi, sembra che l’uomo sia morto per cause naturali. I medici legali hanno spiegato che un corpo può facilmente mummificarsi in una ambiente caldo e secco. Quello che è difficile spiegare, invece, è come la donna abbia resistito agli insetti che infestavano il cadavere e agli umori che hanno impregnato il letto, sprigionando odori insopportabili secondo i legali. Per i medici, un tale livello di sopportazione interviene solo per demenza senile.

da ilsecoloxix.it

I commenti sono chiusi.