Berlusconi con la Pascale a Gardone Riviera alla clinica di bellezza Maison du relax

Berlusconi a Gardone Riviera / BsBerlusconi sul Garda per rimettersi in forma
Con lui la fidanzata Francesca Pascale e l’inseparabile Dudù. In visita Toti, Gelmini e Beccalossi

Paletta. Chi osa avvicinarsi in auto viene bloccato da due carabinieri in borghese capaci anche di essere inflessibili, se serve. Stop, indietro, non si passa. «No, zero, non insista. Qui non c’è nessuno». Gardone Riviera, sera inoltrata, clinica di bellezza Maison du relax. S’è sparsa la voce che Silvio Berlusconi sia appena arrivato con la fidanzata Francesca Pascale, Dudù – l’immancabile barboncino di palazzo – e un nutrito seguito di camerieri e bodyguard.

Dopo gli stravizi di Natale e l’incontro con Renzi, oggetto di discussioni piuttosto accese, il medico di fiducia, Alberto Zangrillo, ha prescritto al leader di Forza Italia qualche giorno di riposo e dieta intransigente. Danilo Maggi, responsabile delle relazioni pubbliche della Maison, resta sul vago: «Il Cavaliere è un ospite imprevedibile. Può essere già arrivato o no. Sa, ha molti impegni». Nessuna fuga di notizie neppure dal profilo Facebook di Dudù, aggiornato ogni giorno con scatti in posa (si trovi l’aristo-barboncino in elicottero direzione Milanello o a cena da Giannino con pochi eletti). Qualche curioso azzarda uno sguardo insù, alle finestre. Proibito. Un uomo della scorta, lestissimo, oscura i vetri con tendaggi neri. Il Cavaliere non intende ricevere seccatori. Un passante, verso le otto, dice di aver intravisto la Pascale in giardino: Dudù doveva andare alla toilette. Mistero. Il Cavaliere, in ogni caso, è un habitué della Maison du relax, centro benessere con frequentazioni élitarie. Top manager, miliardari arabi, dive americane e soubrette (di Randy Ingerman si raccontano aneddoti sfiziosissimi). Un posto così. Lusso sfrenato e 2.400 euro per una camera doppia. Pare che Berlusconi abbia prenotato un intero piano, inclusi gli alloggi per la servitù.

In tarda serata si diffonde la notizia della presenza del papabile delfino, Giovanni Toti. Dicono dall’entourage che Berlusconi, uomo attento al look, gli abbia consigliato di mettersi a stecchetto, giacché la pancetta, seppur rassicurante, non dà credibilità politica. Quanto alla durata del soggiorno: top secret. Berlusconi è un cliente così, fanno sapere, un giorno c’è e il giorno dopo succede qualcosa in Transatlantico e se ne va. Tuttavia fonti attendibili assicurano che oggi, dopo i massaggi e il bagno turco, sia previsto un rendez-vous con la bresciana Maria Stella Gelmini e l’amica Viviana Beccalossi. Dei saluti, forse. In ogni caso, sarà un incontro spiccio: il programma di benessere del Cavaliere non ammette concessioni. Nemmeno a Dudù, privato degli amatissimi bigné.

Alessandra Troncana da corriere.it