Bikini imbottiti per bambine di otto anni ?!

“Bikini push up per le bambine, non ne sentivamo il bisogno”
In arrivo il costume rinforzato per ingrandire il seno  per ragazzine di otto anni

Tra pochi mesi sarà l’ora di tirare fuori i costumi da bagno, e la moda sta preparando una nuova tendenza che sta suscitando polemiche oltremanica. Arrivano i bikini push up per le ragazzine. La nuova collezione di Abercrombie & Fitch è pensata per le giovanissime, che neanche hanno il seno, visto che si tratta di una linea per bambine tra gli  otto  e i quattordici anni. Una provocazione che sta facendo discutere, visto che i bikini rinforzati dovrebbero far apparire più grosso il senso a bimbe che neanche ce l’hanno.

Abercrombie & Fitch non è nuova a polemiche, dato che in passato aveva realizzato una maglietta razzista, come ricorda il sito Jazabel, e aveva riempito i suoi negozi di un profumo molto pericoloso per l’ambiente.  La mossa ha risuscitato le antiche polemiche in rete. Il responsabile del blog Babble ha dichiarato :” Il reggiseno imbottito è decisamente uno strumento sessuale perché spinge il seno in alto e concentra l’attenzione in un solo punto. Come può andare bene per una ragazzina che va ancora alle elementari?  Nei mesi scorsi era successo una cosa simile nel Regno Unito, quando il negozio di vestiti Primark aveva già ideato costumi push-up, per poi ritirarli dal mercato e consegnare ad enti di beneficenza il ricavato delle prime vendite.

Molti dubbi sorgono per la scelta di caratterizzare sessualmente i corpi delle bambine. Una psicologa ai tempi del caso Primark si era schierata contro chi asseconda il gusto pedofilo nell’abbigliamento. Il Dottor Michael Bradley, uno psicologo statunitense, ha rimarcato come ci siano vari elementi per essere contrari. “Insegniamo alle bambine che sono solo oggetti di desiderio fisico, e così influenziamo anche il loro futuro comportamento in materia relazionale. Roviniamo la loro immagine, perché le diciamo che così come sono, senza seno, non vanno bene. Infine, portiamo via loro l’infanzia, forzandole anche fisicamente nel mondo adulto”.

da GIORNALETTISMO.COM

2 comments

  1. Francesca

    credo che sia proprio l’età l’aspetto cruciale della vicenda. Bisognerebbe fare una distinzione. Non mi scandalizza che una quattordicenne, al giorno d’oggi, indossi un bikini “taroccato”, dato che quasi sempre già si trucca, fuma, esce di sera fino a tardi, si veste e atteggia come una ventenne (non che mi faccia piacere questo andazzo, la mia è una semplice constatazione). Mentre mi sembra inconcepibile, e scioccante, che ad aumentare il volume delle puppe sia una bambina di 8 anni. 8 ANNI! Rendiamoci conto che significa: 8 ANNI. E lo stesso disappunto vale per quelle di 9 – 10 – 11…. Sempre bimbette sono, anche se hanno già avuto le prime mestruazioni.

  2. Francesca

    Quando ho letto la notizia che l’azienda Abercrombie & Fitch ha messo in vendita una serie di costumini push up per bambine ho pensato: “roba da pazzi”. Poi, il secondo pensiero è stato: “andranno a ruba“.
    Per quanto sia assurdo, diseducativo, immorale, sono certa che questi triangolini riempiranno le esili rotondità di molte ragazzine la prossima estate. E che tante mamme, pur di accontentare le figlie piagnucolone con il complesso da “tavolette da surf”, finiranno con acquistarli…