Boeing rimanda volo del 787

boeing787Bisognerà attendere per il primo volo del Dreamliner.Il Boeing 787. Lo ha annunciato oggi Boeing, specificando che il volo programmato per questo mese è stato posticipato a causa della necessità di rafforzare una zona laterale della fusoliera. «L’esigenza – spiega Boeing – è stata individuata nel corso delle recenti prove sull’esemplare dell’aereo dedicato alla prove statiche. Un’analisi preliminare ha indicato che il volo di prova di questo mese avrebbe potuto procedere come previsto. Tuttavia, in seguito a ulteriori test e alla valutazione di eventuali modifiche ai piani di volo di prova, è stata presa la decisione, durante lo scorso fine settimana, di rimandare il primo volo sino a quando i collaudi stessi potranno essere proficui». «Abbiamo valutato una soluzione temporanea che ci permetterebbe di proseguire con il primo volo, ma in ultima analisi abbiamo concluso che la cosa giusta sia quella di sviluppare, progettare e collaudare una modifica permanente per l’aria localizzata che richiede il rafforzamento. – ha specificato Scott Carson, presidente e CEO di Boeing Commercial Airplanes – Modifiche strutturali come queste non sono rare nello sviluppo di nuovi aerei, e questo caso non è legata alla nostra scelta di materiali o all’assemblaggio o alle installazioni eseguite dal nostro team». Lo stesso Carson ha detto che un gruppo di esperti ha già individuato una serie di possibili soluzioni. Il primo volo e la prima consegna saranno riprogrammati dopo la definizione precisa delle modifiche da realizzare ed il nuovo calendario sarà disponibile fra alcune settimane. Nel frattempo proseguiranno altri collaudi sull’aereo, compreso il collaudo finale di criticità e le prove di rullaggio a bassa velocità. Il lavoro proseguirà anche con gli altri cinque aeromobili compresi nel programma di prove in volo. Le previsioni finanziarie di Boeing saranno aggiornate per tener conto delle eventuali ripercussioni di questi cambiamenti, quando la società renderà noti i risultati del secondo trimestre 2009, nel mese di luglio.

da dedalonews.it

I commenti sono chiusi.