Bologna Inter 1 a 1 gol di Kone e Jonathan video


Bologna-Inter 1-1, Jonathan risponde a Kone
Aggancio fallito al terzo posto del Napoli, il brasiliano salva Mazzarri

Mezzo passo falso per l’Inter di Mazzarri nel primo posticipo della tredicesima giornata di Serie A. I nerazzurri non approfittano delle sconfitte di Napoli e Fiorentina e non vanno oltre l’1-1 in rimonta sul campo del Bologna. Felsinei in vantaggio al 12′ con un contropiede fulmineo del greco Kone. Il pareggio arriva a inizio ripresa con Jonathan, complice una sfortunata deviazione di Sorensen. Traversa di Juan Jesus a tempo scaduto.

LA PARTITA
Questione di centimetri, di sfortuna o di feeling. Si può cercare in tanti modi diversi la spiegazione del pareggio dell’Inter sul campo del Bologna, ma il risultato resta lo stesso. L’1-1 tradotto in termini di classifica significa “passo falso”, mezzo, visto che comunque la rimonta c’è stata. Però l’occasione buttata al vento di agganciare il Napoli al terzo posto e al tempo stesso di sgasare in pieno volto alla Fiorentina è troppo importante per vedere il bicchiere mezzo pieno. Sfortuna, sì, le due traverse nei due recuperi di tempo sono lì a testimoniarlo, ma anche un esame importante non superato a pieni voti. Una sufficienza misera, se di sufficienza si può parlare. Un pareggio che esalta la grinta e i muscoli del Bologna, ottimo per sessanta minuti e poi coriaceo nel non cadere nel finale.

Eppure guardando il primo quarto d’ora di gioco qualcuno potrebbe obiettare che il pareggio dell’Inter è tutto di guadagnato. Il gol di Kone, puntuale come le tasse il suo gol a Mazzarri, e la mancata espulsione di Taider nella stessa azione del vantaggio, possono far alzare la mano a qualche tifoso del Bologna. Supporters che hanno rivisto una squadra con tanta voglia di lottare su ogni pallone contro la solita Inter disposta per fare male in contropiede e col solo Palacio, tanto basta, a fare venire i vermi al povero Curci. La fiducia totale mostrata da Pioli nei confronti del suo portiere è però stata ripagata in toto. L’ex Roma poco dopo il vantaggio si supera su Palacio in uscita, rinviando l’appuntamento col gol subìto fino alla ripresa e non per colpe sue, anzi. La grande corsa degli emiliani ha il merito di limitare le ripartenze nerazzurre, che però ci sono. A non esserci, però, è la precisione. Ne sa qualcosa Palacio che al 36′ si divora di testa il gol del pari; lo sanno ancora meglio Taider e Pereira che al 43′ si passano il pallone a suon di tiri di collo piede ma a porta completamente vuota. Poi c’è la traversa di Guarin a tempo scaduto, ma quella è un’altra storia fatta di deviazioni e sfortuna, Cristaldo come Sorensen.

Bologna-Inter 1-1, Jonathan risponde a Kone
Nella ripresa il copione è già scritto, anche se a cambiarlo ci prova Diamanti su punizione già al secondo giro d’orologio. Il suo sinistro non sorprende Handanovic, mentre poco dopo ad imbrogliare senza scampo Curci è il tocco maldestro di Sorensen su un tiro di Jonathan. Storie di deviazioni, dicevamo, una delle quali fortunata per l’Inter, con tanto di discussioni infinite sull’assegnazione del gol. Dal pari in poi la partita cambia. Il Bologna piano piano finisce in riserva con Perez sostituito per crampi e Morleo costretto, per lo stesso motivo, a diventare stoico a cambi finiti. Ma non c’è verso di raddrizzare la partita per l’Inter, né per Mazzarri di avere la meglio su Pioli, una bestia nera degli ultimi anni. Cambiasso di coscia sfiora il palo, Guarin invece decide di divorarsi un paio di gol a pochi metri dalla meta. Poi c’è il finale rocambolesco con il colpo di testa di Rolando al 91′ e la traversa già citata di Juan Jesus a precedere il fischio finale. Triplice suono che lascia l’amaro in bocca ai nerazzurri: la missione, per questa volta, è fallita. Almeno per metà.

IL TABELLINO

BOLOGNA-INTER 1-1
Bologna (3-4-2-1): Curci; Sorensen, Natali, Antonsson; Garics (23′ st Crespo), Perez (30′ st Pazienza), Krhin, Morleo; Diamanti, Kone; Cristaldo (1′ st Bianchi). A disp.: Agliardi, Stojanovic, Radakovic, Cech, Laxalt, Della Rocca, Lazaros, Moscardelli, Acquafresca. All.: Pioli.
Inter (3-5-1-1): Handanovic; Campagnaro (39′ st Belfodil), Rolando, Juan Jesus; Jonathan, Taider (11′ st Kovacic), Cambiasso, Alvarez, Nagatomo (24′ Pereira); Guarin; Palacio. A disp.: Carrizo, Castellazzi, Andreolli, Wallace, Donkor, Zanetti, Mudingayi, Olsen, Puscas. All.: Mazzarri.
Arbitro: Banti
Marcatori: 12′ Kone (B), 6′ st Jonathan (I)
Ammoniti: Diamanti, Morleo, Kone, Curci (B); Taider (I)
Espulsi: nessuno

Max Cristina da sportmediaset.com

I commenti sono chiusi.