Brescia un ragazzo marocchino di 15 anni nato in Italia arrestato dopo aver violentato due donne le minacciava con una pistola

carabinieri 10Brescia, arrestato dopo due violenze.
E’ un 15enne che si vantava a scuola
Ha minacciato con una pistola una 40enne poi ha abusato di lei nelle campagne di Castegnato. La donna lo ha identificato. E’ accusato anche di un altro caso a Trenzano. Il minore, originario del Marocco, preso dai carabinieri

Svolta nelle indagini che riguardano una violenza sessuale subita da una donna di 40 anni in Franciacorta, nelle campagne di Castegnato, nel Bresciano. I carabinieri della compagnia di Chiari hanno fermato un ragazzo di 15 anni originario del Marocco, nato e cresciuto in Lombardia. Dopo le violenze, si sarebbe vantato con i compagni a scuola.

Domenica 17 novembre il ragazzino avrebbe aspettato la vittima sotto casa, l’avrebbe costretta a salire in auto minacciandola con una pistola, a guidare per ore sotto la minaccia dell’arma, poi a subire la violenza. A salvare la donna – che effettuato il riconoscimento del minore – è stato un camionista che è riuscito a sentire le urla della donna e l’ha salvata.

Il ragazzino, che compirà 16 anni a gennaio, è accusato anche di avere usato una violenza simile nei confronti
anche di un’altra donna. La vittima ha 29 anni ed è stata aggredita il 20 novembre nella zona di Trenzano (Brescia). La ragazza aveva appena finito il turno di lavoro in un’azienda quando è stata minacciata dal 15enne con la pistola. Anche in questo caso l’aggressore ha costretto la vittima a guidare, poi l’ha palpeggiata. Il ragazzino, già con precedenti, era scappato da una comunità di Ospitaletto (Brescia). Ora si trova nel carcere minorile di Milano, il Beccaria.

da repubblica.it

I commenti sono chiusi.