Carica batteria uguali per tutti

carica-batterieTroppi carica batterie per un solo modello di telefono cellulare; innumerevoli le collezioni spontanee di cavi e file nei cassetti di milioni di famiglie; migliaia di tonnellate i rifiuti (difficili da smaltire) ogni anno. Da qui il grido di dolore della Commissione Ue: serve un caricatore universale per tutti i cellulari.

Per gli eurocrati la promiscuità di carica batterie è “una grande scocciatura per gli utilizzatori e determina anche una grande quantità di rifiuti non necessari”. Apple, LG, Motorola, NEC, Nokia, Qualcomm, Research In Motion, Samsung, Sony Ericsson, Texas Instruments hanno già firmato con la commissione Industria un protocollo d’intesa garantendo la messa a punto di uno standard unico “a partire dal 2010”: i nuovi caricatori utilizzeranno la porta Micro-Usb. “Un impegno volontario” – chiosano da Bruxelles – per rendere più facile la vita “nell’uso del cellulare”, per “ridurre il numero di caricatori” e “dare una mano all’ambiente”.

Dal punto di vista ambientale, il caricatore unico dovrebbe avere due ricadute positive. La prima riguarda la riduzione sostanziale dei rifiuti elettronici, perché non sarà più necessario acquistare con ogni nuovo telefono cellulare un nuovo caricatore (ma questo dipenderà dalle politiche dei venditori e molti scommettono che accumuleremo, all’inizio almento, carica batterie universali).
Il secondo vantaggio riguarda la riduzione dei consumi energetici: con il nuovo standard, il caricatore si spegnerà automaticamente quando resterà inserito nella presa elettrica senza essere connesso col telefonino, o quando la batteria del cellulare sarà stata pienamente ricaricata.

I commenti sono chiusi.