Catania quattro gol al Bari

ventura-bariPoker Catania Il Bari affonda
Gli etnei a valanga sui pugliesi grazie alle reti di Ricchiuti, Llama, Morimoto e Martinez. Barreto invece fallisce un calcio di rigore cogliendo il palodi
CATANIA  –  Il Bari è stata sicuramente la squadra-rivelazione della Serie A sino a qualche giornata fa. Ma da un po’ di tempo le avversarie sembrano aver capito molto bene come metterla in difficoltà e batterla. Non si spiegano altrimenti le quattro sconfitte consecutive del team di Ventura, ormai in piena crisi di risultati. Stasera è toccato al Catania fare bottino pieno a spese dei pugliesi; un successo meritato quello dei siciliani che ora respirano a quota 27 punti in classifica.

SUBITO RICCHIUTI – Privo di Mascara squalificato, Mihajlovic schiera dal 1′ il recuperato Martinez che va a formare il tridente offensivo con Llama e Maxi Lopez. In difesa spazio a Terlizzi al posto dell’acciaccato Spolli. Il Bari lascia in panchina Donati e Meggiorini e propone Gazzi in mezzo al campo e Castillo in attacco con Barreto. L’inizio è difficile per il galletti: il Catania pressa alto e mette in difficoltà i centrali di centrocampo e la difesa. I rossoazzurri raccolgono subito i frutti di questa tattica andando in gol al 4′: Ricchiuti è libero al limite dell’area e conclude in rete. Il Bari soffre, ma riesce a uscire dal ventesimo in poi. Andujar al 24′ si oppone a Barreto, pescato solissimo in area di rigore.

INCONTENIBILE LLAMA  –  Dopo un altro tentativo di Barreto e uno di Martinez, al 40′ arriva il raddoppio. Lo realizza il migliore in campo, Llama, che sulla corsia di sinistra fa quello che vuole. L’azione parte da una palla persa dal Bari, dopo un corner. Veloce contropiede siciliano, colpo di tacco di Martinez che fa volare a destra Llama. L’esterno si fa 50 metri, si accentra al limite dell’area e batte Gillet sul secondo palo. Il tempo si chiude con Barreto che manda sul fondo un ghiotto pallone.

BARRETO SPRECA – Ventura prova a cambiare ad inizio ripresa inserendo il veloce Rivas per Koman. Ma la situazione cambia poco ed anzi il Catania, prima con Martinez e poi con Maxi Lopez, sfiora il tris. Al 18′ l’episodio che potrebbe riaprire i giochi: Rivas crossa dal fondodestro e Capuano commette fallo di mano in area. Per Peruzzo è rigore. Ma Barreto fallisce il quarto penalty della stagione mandando la palla sul palo.

ARRIVA IL POKER  –  I tecnici effettuano tutti i cambi a loro disposizione. Ed è Mihajlovic a beneficiarne ancora. Al 37′ infatti va in gol Morimoto, subentrato da poco a Maxi Lopez: incontenibile penetrazione di Izco che avanza per 40 metri e serve in area il giapponese che, defilato a destra, batte Gillet con un rasoterra sul secondo palo. Dall’altra parte Castillo si divora un gol praticamente già fatto, cosa che fa lo stesso Morimoto al 43′. A schemi ormai saltati, c’è gloria nei minuti di recupero anche per Martinez che finalizza al meglio una splendida azione personale.

FEDERICO SALA da repubblica.it

I commenti sono chiusi.