Catania Udinese 1 a 0 gol di Maxi Lopez su rigore video

Catania-Udinese 1-0: decide Maxi Lopez
Al Massimino l’argentino segna su rigore, prima vittoria per De Canio

Vittoria preziosa per il Catania contro l’Udinese nell’anticipo pomeridiano del dodicesimo turno della Serie A. Al Massimino gli etnei incassano il primo successo della gestione De Canio e salgono a quota nove punti in classifica. Il gol partita lo segna Maxi Lopez al 30′ dal dischetto dopo un atterramento di Legrottaglie in area su calcio d’angolo. Per l’Udinese due pali e proteste per un rigore non dato da De Marco.

LA PARTITA

Tre punti per voltare pagina e ripartire. Catania-Udinese è un match cruciale sia per Guidolin, a caccia di conferme per riprendere il cammino verso l’Europa, sia per De Canio, ormai con le spalle al muro al penultimo posto in classifica. Senza nove uomini (Bergessio, Barrientos, Plasil, Bellusci, Monzon, Peruzzi, Boateng, Cabalcet), gli etnei si aggrappano a Maxi Lopez e Keko. Orfani di Di Natale, i friulani invece puntano sul 4-5-1 con Muriel unica punta. In palio ci sono punti pesanti, non solo per la classifica, ma anche per il morale delle truppe.

Partita subito vivace. L’avvio è tutto del Catania, che pressa alto e mette i friulani alle corde. La banda di De Canio accorcia il campo e prova a infilare i bianconeri, che faticano a costruire gioco. Keko spinge sulla destra, con Castro e Maxi Lopez sempre in agguato e pronti a tagliare in area sui cross. All’11’ proprio Castro ha sul piede la palla buona per il vantaggio, ma Brkić si fa trovare pronto. I siciliani premono, ma dopo un quarto d’ora da incubo la squadra di Guidolin si scuote e in due minuti colleziona tre nitide palle gol. Il match entra nel vivo, con continui capovolgimenti di fronte. Per i siciliani ci prova Maxi Lopez, per l’Udinese invece serpentina e palo di Pereyra. A dispetto del risultato, spettacolo in campo.

Alla mezzora poi la svolta. Domizzi abbraccia Legrottaglie in area su calcio d’angolo: rigore. Sul dischetto va Maxi Lopez, che festeggia la centesima presenza in Serie A firmando il suo primo gol della stagione. Sotto di un gol, l’Udinese al 34′ protesta giustamente per un fallo di mano in area di Tachtsidis, ma De Marco lascia correre. Alta tensione in campo. Pereyra rischia l’espulsione per una gomitata su Guarente, poi tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa Guidolin leva subito Domizzi, De Canio mette invece in campo Izco al posto di Almiron, fermato da un problema muscolare. Il film del match però non cambia, con le squadre che si affrontano a viso aperto. L’Udinese alza il baricentro, il Catania fa densità al limite e chiude gli spazi centrali. In mezzo al campo si lotta senza esclusioni di colpi. Per dare più peso all’attacco friulano, entra anche Nico Lopez e l’Udinese guadagna metri. Si gioca solo nella metà campo del Catania, ma il muro dei padroni di casa regge.

De Canio si copre con Alvarez davanti alla difesa e alza la barricata. In avanti rimane soltanto Maxi Lopez, ma i tre punti sono troppo importanti per i siciliani, che decidono di chiudere la partita rinunciando alle ripartenze. Al 21′ della ripresa Pinzi spaventa Andujar e centra il palo da fuori area. Muriel poi prova il numero su Legrottaglie e chiede il rigore, ma non è giornata. Udinese all’arrembaggio con Lazzari in cabina di regia. Ma gli spazi sono pochi e i friulani confermano la statistica negativa sui tiri dalla distanza. Nel finale saltano tutti gli schemi. Il Catania soffre, non molla e porta a casa tre punti preziosi per ripartire. L’Udinese deve ancora ritrovare la via giusta.

LE PAGELLE

Maxi Lopez 7: festeggia col gol le cento presenze in Serie A e regala al Catania tre punti preziosi per risalire la china. Buona la condizione fisica. Può solo crescere.
Castro 6,5: spina nel fianco. Dialoga bene con Maxi Lopez e si butta negli spazi dettando il passaggio in profondità. Nel primo tempo fallisce da buona posizione, nella ripresa è l’unico a tentare le ripartenze
Legrottagie 6,5: fa buona guardia. Di testa sono tutte sue e quando Muriel passa dalle sue parti non ha vita facile. Prezioso sull’episodio del rigore a favore
Almiron 6: gioca nell’ombra. Lavoro sporco e ordine. La rincorsa del Catania passa dai suoi piedi, ma nella ripresa deve uscire subito per un problema muscolare
Domizzi 4,5: troppo “affettuoso” su Legrottaglie nell’episodio del rigore che condanna l’Udinese. Patisce i movimenti e la velocità di Keko e Maxi Lopez. Guidolin lo leva alla fine del primo tempo
Muriel 6: quando accelera fa paura, ma dà sempre l’impressione di poter fare meglio. Fa reparto da solo per tutto il primo tempo, ma poi cala alla distanza.
IL TABELLINO

CATANIA-UDINESE 1-0

Catania (4-3-3): Andujar 6; Rolin 5,5, Legrottaglie 6,5, Gyomber 6,5, Capuano 6; Guarente 6 (19′ st Alvarez 5,5), Tachtsidis 6, Almiron 6 (4′ st Izco 6); Castro 6,5, Maxi Lopez 7, Keko 6 (26′ st Leto 6).
A disp.: Frison, Ficara, Spolli, Biraghi, Freire, Petkovic. All.: De Canio 6,5
Udinese (4-5-1): Brkic 6; Gabriel Silva 6, Danilo 5,5, Domizzi 4,5 (1′ st Naldo 6), Heurtaux 6 (16′ st Nico Lopez 5,5); Bruno Fernandes 6,5, Pinzi 6 (38′ st Allan sv), Lazzari 6,5, Pereyra 6, Basta 5,5; Muriel 6.
A disp.: Kelava, Benussi, Bubnjic, Widmer, Jadson, Badu, Douglas, Merkel,Zielinski. All.: Guidolin 5,5
Arbitro: De Marco
Marcatori: 30′ rig. Maxi Lopez (C)
Ammoniti: Domizzi, Pinzi, Basta, (U); Guarente, Maxi Lopez (C)
Espulsi: –

 
STEFANO RONCHI da sportmediaset.com

I commenti sono chiusi.