Checa vince la prima gara di Superbike in Australia Biaggi secondo

In Austraklia in Superbike vince Checa con la Ducati semiprivata Buon secondo nelle due manche Biaggi

SPORT – SUPERBIKE – PHILLIP ISLAND (Australia) – Che quest’anno l’uomo da battere fosse Carlos Checa si era capito fin dai test ma alla gara inaugurale del Mondiale Superbike 2011 (con monogomma Pirelli) è andato in scena un capolavoro. Sul circuito di Phillip Island, davanti a 63.200 spettatori, il pilota del team Ducati Althea Racing ha chiuso un week end da indiscusso dominatore, imponendo il proprio ritmo in entrambi i round e precedendo sia in gara 1 che in gara 2 l’Aprilia di Max Biaggi.

Nella prima prova il romano campione del mondo si lascia alle spalle la Bmw del britannico Leon Haslam, mentre nella seconda sul terzo gradino del podio sale il romagnolo Marco Melandri, capace di mettere a segno il colpa all’esordio nella categoria con la Yamaha. Entrambi i round hanno regalato emozioni e sorpassi col cuore in gola, spettacolo che solo i campioni della superbike possono regalare considerando che il tracciato è un sali e scendi con uno scollinamento sinistra-destra da brivido. Checa si dimostra imprendibile sin dalle prime battute di gara 1. Passa al comando al terzo giro e saluta tutti, obbligando i rivali a lottare per le posizioni di rincalzo. Biaggi, da pilota esperto, ha capito che era impossibile tenere il passo dello spagnolo e si accontenta di amministrare la seconda posizione togliendosi lo sfizio di segnare il giro più veloce della gara. Una gara, la sua, condotta in modo impeccabile ma che non ha potuto fare altro che regalare la seconda posizione nonostante i 319 km/h di velocità finale (la più veloce in pista).
Il copione si ripete in gara 2, dove nessuno è in grado di insidiare la furia di Carlos Checa, che va dritto sul gradino più alto del podio. Per la terza volta il campione conquista la doppietta. Alle sue spalle Biaggi si aggiudica il duello con Melandri per il secondo posto sotto la bandiera a scacchi. A punti sono andati anche gli italiani Michel Fabrizio (Suzuki Alstare), ottavo, e Roberto Rolfo (Kawasaki Pedercini), dodicesimo.

A termine il campione Carlos Checa ha dichiarato: “Non potevo iniziare meglio” – “Non è stato affatto facile; sono andato al comando appena ho potuto e con Haslam non è stato facile. Da lì ho cercato di fare la mia gara, ma sapevo che stavano lottando dietro di me e due secondi di vantaggio non erano molti. Questo è il miglior inizio per me, 50 punti qui in Australia”.

Francesco Stabile  www.gruppoeditoriale.it

I commenti sono chiusi.