Chi è Carlo Messina Biografia nuovo ad di Intesa Sanpaolo

Carlo MessinaChi è Carlo Messina, nuovo ad di Intesa Sanpaolo

Romano, classe 1962, Carlo Messina è uomo profondamente radicato al mondo bancario, come testimoniano le cattedre come docente di Economia degli Intermediari Finanziari nell’Mba della Luiss e quella di docente di Finanza Aziendale all’Università di Ancona, Messina avrà il compito di guidare la macchina Intesa Sanpaolo da un punto di vista strettamente operativo.

Un’impresa non facile visto la difficile congiuntura economica e finanziaria, senza considerare quella politica, ma facilitata per Messina dalla stima che gode nella struttura e nei vertici della banca (da giorni si sottolinea che il suo nome sia stato caldeggiato personalmente e particolarmente dal presidente del consiglio di sorveglianza, Giovanni Bazoli, che lo conosce e lo apprezza già dai tempi del Banco Ambrosiano), oltre che dalla conoscenza ormai acquisita del gruppo.
Nominato responsabile della Banca dei Territori appena cinque mesi fa, conserverà per qualche tempo la delega: da maggio, infatti, Messina con il suo staff sta lavorando al nuovo piano industriale della banca rete ed è su questa strada che si dovrebbe continuare a lavorare: almeno per un po’, finché non si saranno impostate le linee guida sul medio-lungo periodo e magari ci si sarà guardati intorno per trovare, dentro o fuori dalla banca, un nuovo responsabile per la Banca dei Territori.
Un settore centrale, da cui il gruppo nel primo semestre 2013 ha tratto il 64% dei proventi operativi totali (5,2 miliardi, in crescita del 3,9% sul 2012) e 420 milioni di utile netto, in calo del 27,5% sull’anno scorso. Altro tema delicato, già da mesi sulla scrivania di Messina, la riduzione delle filiali: Intesa Sanpaolo al momento ha in programma di chiuderne 632 nei prossimi due anni, aveva ricordato lo stesso Carlo Messina lo scorso maggio, su una rete che al 31 marzo contava 6.709 sportelli, di cui 5.181 in Italia

I commenti sono chiusi.