Chievo Cesena 0 a 1 rigore di Jimenez video

Jimenez, un rigore per crederci ancora

Al ‘Manuzzi’ la squadra di Ficcadenti batte 1-0 il Chievo grazie a un penalty al 90′ trasformato dal cileno. Così i bianconeri incamerano tre punti preziosissimi nella lotta a non retrocedere

Il Cesena si trova nella scomoda posizione di dover ricercare a tutti i costi i tre punti al cospetto di una squadra che come i bianconeri dovrebbe lottare per la salvezza, e che tuttavia, a due terzi del cammino, vede quella salvezza molto più vicina in virtù dei 31 punti raccolti in 26 gare. Nella sfida tra i due presidenti Campedelli chi sta peggio è quello di casa, infuriato con la tifoseria che ha contestato la squadra dopo il pareggio di Parma.
Ficcadenti schiera Ceccarelli terzino destro (al posto di Santon) e nel suo 4-3-2-1 Bodgani agisce da unica punta, supportato da Jimenez e Rosina. Dopo un quarto d’ora, sarà costretto a sostituire l’infortunato Felipe con Pellegrino
Sarà che il Cesena temeva particolarmente le ripartenze di Pellisssier e compagni, ma l’avvio è a rilento: ospiti propositivi, ma senza esagerare, e il Chievo si difende senza troppi affanni. Il primo tempo è monotono, illuminato soltanto da un geniale lampo di Thereau (uno dei migliori tra i gialloblu) che ha smarcato Pellissier: il fuorigioco fischiato agli ospiti fa sorgere più di un dubbio. Al 30′, e cioè due minuti più tardi, Rosina si mangia un gol quasi fatto: va bene che il colpo di testa non è la sua specialità, ma davanti a Sorrentino l’ex del Toro e dello Zenit avrebbe potuto fare molto di meglio che indirizzare la palla a lato…
Nella ripresa il Cesena parte con fare più battagliero: Sorrentino respinge le conclusioni da fuori di Jimenez e Parolo, ma nel complesso il Chievo soffre poco. Quando Malonga (60′) prende il posto di Rosina, il pubblico fischia, però il francese fa di tutto per meritarsi la fiducia di Ficcadenti, prima con un destro da posizione defilata, e poi con un colpo di testa che non trova la porta.
La sfida, per nulla spettacolare, si infiamma nel finale: all’88’ Antonioli è decisivo sulla conclusione ravvicinata di Fernandes, e un minuto dopo l’arbitro Valeri concede un rigore ai padroni di casa per una trattenuta in area di Mandelli su Bogdani: dal dischetto va Jimenez, che batte Sorrentino con un rasoterra angolato.
E’ il gol che decide la partita. Il Cesena torna ad assaporare il gusto della vittoria mentre i gialloblu incassano il terzo ko di fila dopo quelli contro il Cagliari e il Milan. Non di più, ma un punto lo avrebbero meritato.
Eurosport

I commenti sono chiusi.