Ciao Darwin polemiche per il ritorno del programma

Ritorna Ciao Darwin e riscoppiano le polemiche: dopo anni di chiusura, Paolo Bonolis e Luca Laurenti hanno riportato in auge la trasmissione dei record, ottenendo subito un buon risultato i termini di ascolto.

Ma le polemiche sulla volgarità, tra corpi mezzi nudi e battute di bassa leva, hanno infiammato i giorni dopo la messa in onda: eppure, a pare nostro, la volgarità espressa è rimasta su binari ordinari, quantomeno non meno di altri programmi ben più in vista.

Anche la presenza di un trans e di un personaggio tra i “Diversi” che ricordava lontanamente la figura di Gesù, ribattezzato subito com il mistico (grande successo sul web per questo personaggio) alla fine non hanno fatto scattare particolari problemi. A differenza di un post su Instagram (clicca qui per vedere la foto) che poco fa è stato caricato e pubblicato dal profilo social ufficiale di Ciao Darwin: nella foto si vede il mistico e a fianco le curve di Madre Natura, con il commento scritto “ho creato davvero qualcosa di Mistico”.

Ecco qui probabilmente si è superato il limite, scadendo in una volgarità gratuita che la “scusa” di internet non regge fino in fondo. Se vogliamo, questa vicenda rimanda ad un tema ben più grande nel mondo dello spettacolo, dove ormai i profili social di artisti, trasmissioni e personaggi di grido vengono gestiti da società esterne che poco hanno a che vedere con i diretti interessati. Questo genera, come in questo caso, una distanza poco colmatile tra la verità del personaggio e la volontà di “far notizia” dei vari profili social. Non in tanti ne parlano ma con il mondo web sempre più presente nelle nostre vite una piccola “riflessioncina” si potrebbe magari proporre.

Testo da ilsussidiario.net

I commenti sono chiusi.