Delitto di Cogne la commozione del medico Ada Satragni

Cogne, processo bis: le lacrime della Satragni al ricordo di Samuele
Il medico è stato ascoltato oggi come testimone nell’udienza del processo che vede imputati la Franzoni con l’accusa di calunnia e il consulente svizzero Eric Durst per frode processuale

cogne_delittoNon e’ riuscita a nascondere l’emozione e il turbamento al ricordo del momento in cui comunico’ ad Annamaria Franzoni che il figlio Samuele era morto, Ada Satragni, il medico di Cogne che e’ stata sentita oggi come testimone nell’udienza del processo Cogne bis, che vede imputati la Franzoni con l’accusa di calunnia e il consulente svizzero Eric Durst per frode processuale.

“Quella mattina -ha ricordato la Satragni parlando del giorno della morte di Samuele- Annamaria Franzoni non capiva cosa fosse successo, si trovava di fronte a un evento assolutamente inspiegabile che aveva riferito a una patologia e anch’io non avevo preso in considerazione l’ipotesi dell’omicidio. Mi chiedeva -ha proseguito- cosa stava succedendo a Samuele, cosa avesse il bambino, perche’ fosse cosi’ pallido. Io le chiesi se era caduto o se aveva preso un colpo, ma lei mi disse che non era accaduto niente di simile”.

La Satragni non e’ poi riuscita a trattenere le lacrime, tanto da dove interrompere la testimonianza, quando ha ricordato il momento in cui un carabiniere le comunico’ che Samuele era deceduto e lei dovette dirlo alla Franzoni: “L’ho abbracciata forte -ha raccontato la Satragni parlando a fatica- e le ho detto Samuele non c’e’ piu’. Lei ha avuto come un mancamento, io l’ho sorretta, si e’ un po’ ripresa, si e’ girata dalla parte dove c’era Stefano e ha gridato ‘Samuele e’ morto’ e Stefano ha lanciato un urlo terribile, come puo’ lanciarlo un animale ferito a morte”.

da ADNKRONOS

I commenti sono chiusi.