Coppa Italia Napoli Lazio 1 a 0 gol di Higuain video

Higuaín fa godere Napoli: è semifinale
Un gol del Pipita nel finale manda il Napoli in semifinale di Tim Cup: battuta la Lazio, che vede sfumare il derby di Coppa con la Roma

El Pipita devia (in qualche modo) e Napoli fa festa: la truppa di Benitez vola in semifinale, per una (doppia) sfida alla Roma che promette scintille, gol e tante emozioni. Sfuma, invece, il sogno della Lazio di giocare tre derby nell’arco di pochi giorni e provare, in qualche modo, a rendere più amara la bella stagione dei cugini giallorossi. Grandi differenze nelle due formazioni, figlie un po’ del gap che c’è tra le due squadre a livello di quantità e qualità delle rispettive rose, un po’ per le voci di mercato. Così il tecnico spagnolo schiera una formazione degna di essere definita potenzialmente titolare (con Callejón, Hamsik ed Insigne a supporto di Higuaín), mentre l’ex Reja ha lasciato a Roma Miro Klose e lascia in panchina Candreva ed Hernanes, oggetto della sempre più chiacchierata trattativa per il suo passaggio all’Inter.
LA CRONACA
La prima frazione è molto tattica, con il Napoli che prova a far valere la potenza di fuoco mentre la Lazio attende il varco per ripartire. Il primo brivido lo regala Higuaín, che gira col mancino una verticalizzazione di Jorginho, schierato dal primo minuto accanto ad Inler: Berisha devia in angolo. Per i biancocelesti ci prova Ledesma, che cerca il gol da urlo con un destro di prima intenzione da centrocampo, provando a sfruttare il posizionamento avanzato di Reina: palla alta, ma non di troppo. La ripartenza giusta, per gli ospiti, si concretizzerebbe anche, ma Onazi, anziché servire il liberissimo e pericolosissimo Keita, decide di fare tutto da solo fino a perdersi nel traffico. La più ghiotta e autentica palla gol, allora, è di marca napoletana: lo schema dal corner premia Jorginho; il brasiliano, dal vertice dell’area, disegna con il goniometro un destro a giro di rara bellezza, che però va a sbattere sul palo esterno. Nella ripresa Reja inserisce Gonzalez, ma col passare dei minuti la spinta partenopea cresce sempre di più; c’è tempo per un paio di conclusioni di Jorginho, un destro velenoso di Callejón e per le proteste causa contatto dubbio (molto) Novaretti-Higuain, prima dell’azione che mette nero su bianco il nome dell’ultima semifinalista. Il batti e ribatti premia Callejón, che apre troppo l’angolo di tiro: sulla traiettoria c’è Higuaín, sì fortunato, ma anche bravissimo nella difficile deviazione alle spalle di Berisha.
LA STATISTICA CHIAVE
A fare la differenza, in un match valido agonisticamente, ma bloccato, è il fiuto da caccia di Higuaín: il suo tocco da killer d’area gli vale il quindicesimo gol stagionale con la maglia del Napoli, alla sua prima stagione italiana. Talento senza necessità d’adattamento.
IL TWEET DA NON PERDERE

IL MIGLIORE
Jorginho Frello. Benitez, dopo il positivo esordio a gara in corso, gli affida la mediana, provandolo in coppia con Inler. L’avvio è d’applausi, cala un po’ dopo il cartellino giallo, ma poi torna in crescendo. Bellissimo il tiro con cui colpisce il palo nel primo tempo, il resto è una regia lucida e attenta, con timing da veterano.
IL PEGGIORE
Ogenyi Onazi. Cestina la chance buona che la Lazio aveva per assecondare il copione ideato da Reja: ripartenza in superiorità numerica non sfruttata con grande egoismo. Keita s’infuria, il tecnico lo lascia negli spogliatoi.
LA DICHIARAZIONE
Gonzalo Higuaín: “Sono molto soddisfatto, ci tenevamo molto e abbiamo meritato la conquista della semifinale. Sarà durissima, la Roma è una grande squadra, ma noi puntiamo a fare bene su tutti e tre i fronti. Sono felicissimo a Napoli, i tifosi sono fantastici”.
IL TABELLINO
Napoli (4-2-3-1): Reina 6; Maggio 6, Albiol 6, Fernández 6, Réveillère 6; Inler 6.5, Jorginho 7; Callejón 7, Hamsik 5 (dal 76′ Pandev), Insigne 5 (dal 69′ Mertens 6); Higuaín 6.5. All. Benitez 6.5
Lazio (3-4-3): Berisha 6.5; Ciani 6.5, Dias 6 (dal 72′ Biava sv), Novaretti 6; Lulić 5.5, Ledesma 6, Onazi 5 (dal 46′ Gonzalez 6), Konko 6.5 (dal 34′ Cavanda 6); Anderson 5.5, Perea 5.5, Keita 6.5. All. Reja 6
Arbitro: Banti di Livorno
Reti: 83′ Higuaín
Ammoniti: 15′ Jorginho (N), Higuaín (N), Lulić (L)

Raffaele Pappadà da eurosport

I commenti sono chiusi.