Le donne sono più possessive degli uomini e spiano i fidanzati online ?

Le donne spiano i fidanzati online: stalking telematico?

Il mondo di Internet e il Web sono entrati così tanto nella quotidianità delle persone da essere usati come strumento di comunicazione principale nelle relazioni sentimentali. Al giorno d’oggi non solo è possibile conoscere nuove amicizie attraverso la Rete, ma addirittura controllare i movimenti del partner.

Da una recente ricerca della East Carolina University negli Stati Uniti, è emerso come le donne siano più possessive degli uomini e utilizzino Web e social network per controllare tutto quello che i fidanzati fanno quando sono al PC. Inoltre, è sempre più diffusa la tendenza a “rompere” col partner utilizzando un’email, evitando così il confronto faccia a faccia.

Il sesso femminile risulta quindi essere quello più abituato a vivere una relazione tramite Internet: essendo sempre alla ricerca di rassicurazioni, le donne tendono a infrangere la privacy del partner.

A 804 studenti è stato chiesto di compilare un questionario sull’utilizzo della tecnologia per spiare il proprio compagno: dalle risposte ottenute, circa il 34% delle donne hanno messo fine a una relazione tramite un messaggio di posta elettronica, contro il 14% degli uomini che l’hanno fatto.

Nonostante gli uomini siano meno possessivi delle donne, quando vogliono controllare la propria partner sfruttano tutti gli strumenti possibili: telecamere nascoste, dispositivi per il controllo dei cellulari e addirittura software per controllare il PC della fidanzata da remoto.

Secondo la professore Maria Paola Paladino, dietro ogni comportamento si nasconde un sentimento differente nei confronti del partner: “Sbirciare nella posta elettronica del partner è un comportamento che denota gelosia, un’emotività poco controllata. Questa è una caratteristica che rientra nell’immagine stereotipica della donna, ma è decisamente in conflitto con lo stereotipo di genere maschile secondo il quale gli uomini dovrebbero vivere la relazione affettiva con maggior distacco e minor emotività delle donne.”

Bisogna analizzare quindi il fenomeno di “stalking telematico” sotto aspetti diversi. Dal punto di vista biologico e sociale, la donna tende a sfruttare tutti i modi possibili per mantenere saldo e stabile il rapporto. Sotto il profilo psicologico, invece, il sesso femminile tende a temere le rivali: l’uomo diventa quindi oggetto del desiderio e la gelosia porta a controllare tutti i suoi movimenti.

La “follia” femminile è sempre frutto di un sospetto: la paura di poter essere tradita o di veder vacillare la propria relazione rende la donna possessiva nei confronti dell’uomo. Usare lo strumento telematico per lasciare il partner denota semplicemente una carenza dell’importanza sociale di una relazione reale e fisica.

da DIREDONNA.IT

I commenti sono chiusi.