E’ morto Giannino Targhetta 63 anni il papà della Croce Verde di Cavallino

ambulanza croce verdeMorto Giannino Targhetta, “papà” della Croce Verde di Cavallino
Da quattro anni combatteva contro una brutta malattia, ma dopo tanta fatica il male ha avuto la meglio. Ora si parla di intolargli la sede della Onlus

Lottava contro un tremendo male da ben quattro anni, ma alla battaglia contro la malattia aveva dedicato tutta la sua vita. Eppure, dopo tanta sofferenza, ad averla avuta vinta è stata quella diagnosi spietata: Giannino Targhetta, fondatore e presidente dell’associazione Croce Verde Onlus di Cavallino-Treporti, si è spento in ospedale all’età di 63 anni, come rendono noto i familiari distrutti e i quotidiani locali.

PERSONALITÀ FORTE – Al suo capezzale la moglie, i due figli, il fratello e la sorella, il padre 87enne e i due cognati. Tutti concordano nel tratteggiare la storia di un uomo incredibile, dal carattere forte e il cuore grande. La sua carriera era iniziata come elettricista comunale, poi era entrato in ufficio anagrafe e aveva quindi dato vita alla Onlus. La Croce Verde era diventata la sua seconda famiglia e, in 33 anni, aveva fatto tanto per l’associazione, riuscendo a compiere molti piccoli “miracoli” tra raccolte fondi e sponsor. Per tanti anni ha ricoperto il ruolo di tesoriere, e negli ultimi anni era stato nominato presidente. Lo stesso sindaco Claudio Orazio lo ricorda con affetto, sia guardando alle tante attività dei volontari, sia ai tanti bei momenti vissuti assieme come compagni nella scuola Carpaccio. Lo stesso primo cittadino parla ora di intitolare a lui la sede della Croce Verde a Targhetta. La salma è partita dall’ospedale di Jesolo giovedì, ma i funerali si terranno sabato alle 10.30 alla chiesa San Francesco di Ca’ Savio.

da veneziatoday.it

I commenti sono chiusi.