E’ morto Mario Iannotta giornalista sportivo della Casertana

ambulanza 7SPORT E GIORNALISMO IN LUTTO – E’ morto Mario Iannotta, prima firma della Casertana

Il giornalismo casertana perde una delle sue penne più prestigiose. E’ morto Mario Iannotta. I funerali si svolgeranno domani mattina nella chiesa di via Tescione.

Nonostante sia stato uno tra i migliori neristi del giornalismo regionale, la firma di Mario Iannotta è legata indissolubilmente alla Casertana di cui ha raccontato le gesta in tutte le serie, dalla B, sino agli anni bui dei dilettanti. Competenza sportiva, passione per i colori rossoblù hanno fatto di Mario Iannotta un pezzo della storia della Casertana stessa. Sempre presente al Pinto e agli allenamenti, Iannotta ha raccontato generazioni di atleti, che hanno fatto impazzire ed arrabbiare il pubblico del Pinto. Amico dei tifosi, rispettoso della società, senza mai cadere in polemiche e provocazioni, Iannotta ha sempre descritto le vicende della Casertana con puntualità. Chioccia di tanti giovani colleghi, anche il sottoscritto ha avuto l’onore di lavorare al suo fianco a più riprese in carriera, ha sempre dispensato consigli e suggerimenti, senza mai essere supponente nonostante la grande capacità professionale. Indimenticabili i siparietti con il suo amico Tommaso Petrillo che ha raggiunto in cielo per continuare a seguire le sorti della Casertana anche da lassù… Tanti gli aneddoti legati all’immensa carriera di Mario. Per far capire quanto il mondo della Casertana fosse legato a lui, però, ne raccontiamo uno solo, la telefonata con mister Adriano Lombardi al suo rientro a Caserta dopo dieci anni. E’ bastato un «pronto», con la sua voce squillante per sentirsi dire dall’altro capo della cornetta «Mario, sei ancora qua a raccontare della Casertana…». Si chiude un’epoca con la morte di Iannotta per il giornalismo sportivo casertano. Dopo la scomparsa di Mimmo Mingione, anche Mario Iannotta firmerà i suoi pezzi dal cielo. Ciao Mario.

Francesco Marino da casetafocus.net

I commenti sono chiusi.