E’ morto Maurizio Picciafuochi 53 anni incidente a Siena

ambulanza croce azzurraIncidente, muore dopo ventiquattr’ore di agonia
Vittima del ‘frontale’ in via Aldo Moro è Maurizio Picciafuochi, di 53 anni. Grave un ventenne
– E’ MORTO dopo ventiquattro ore di agonia Maurizio Picciafuochi, 53 anni, rimasto coinvolto sabato pomeriggio in un pauroso scontro in via Aldo Moro. Nell’incidente ferito seriamente anche un ventenne che era alla guida di una Golf. Quest’ultimo è ricoverato alle Scotte, ma per fortuna non è in pericolo di vita.
Al vaglio della polizia muncipale la dinamica del frontale che è costata la vita al conducente del furgone.
Sono le 18 dell’altro ieri quando per i vigili urbani, il 118 e i vigili del fuoco scatta l’allarme. Uomini e mezzi si precipitano. Fin da subito le condizione del Picciafuochi erano apparse molto serie. Sia lui che il ragazzo alla guida dell’auto vengono portati alle Scotte. I medici cercano di fare il possibile per strappare alla morte il cinquantreenne. Non c’è stato nulla da fare. Nel pomeriggio di ieri è sopraggiunta la morte.
VIA ALDO Moro è dunque il teatro dell’ultima tragedia della strada. E’ in questa trafficata strada a San Miniato che alle 18 dell’altro ieri si scontrano frontalmente la Golf condotta da un ragazzo di 20 anni residente a Siena e un furgone alla cui guida si trova Maurizio Picciafuochi, 53 anni anche lui abitante nella nostra città. Un urto violentissimo tanto che i due mezzi si riducono ad un ammasso di lamiere. Uno dei due mezzi ha perfino un principio di incendio. I conducenti dei due veicoli — un furgone e una Golf — rimangono imprigionati nei rispettivi abitacoli tanto che verranno estratti dai vigili del fuoco e dai volontari dell’emergenza sanitaria. Le loro condizioni fin da subito appaiono molto serie anche se il più grave sembra proprio il Picciafuochi.

Le ambulanze partono a gran velocità verso il vicino ospedale. Non c’è un minuto da perdere.

I MEDICI sottopongono i feriti a tutti gli accertamenti del caso. Hanno riportato traumi importanti. Il cinquantatreenne è quello più grave. Intanto in via Aldo Moro la polizia municipale chiude la strada per poter fare tutti i rilievi del caso. I vigili del fuoco illuminano la zona con i loro potenti fari. Solo dopo tre ore vengono rimossi i veicoli e la circolazione torna alla normalità. Ora spetta proprio ai vigili urbani chiarire la dinamica del mortale scontro. I mezzi sono stati sottoposti a sequestro come previsto e la salma di Maurizio Picciafuochi che abitava in via delle Province è stata messa a disposizione del magistrato. Il pm nella giornata di oggi deciderà se far eseguire l’autopsia, oppure una visita esterna.

di Cecilia Marzotti da lanazione

I commenti sono chiusi.