E’ morto Stefano Menghini 59 anni mentre giocava a carte al bar era il direttore della filiale di Ancona della Sacciaria, azienda di termosanitari

stefano meneghiniE’ morto Stefano Menghini, stroncato da un malore mentre giocava a carte
Non ce l’ha fatta Stefano Menghini. E’ morto all’improvviso dopo un malore che l’ha colpito mentre giocava a carte con degli amici. L’uomo, 59enne era il direttore della filiale di Ancona della Saccaria

Stefano Menghini non ce l’ha fatta. Il noto direttore della filiale di Ancona della Sacciaria, azienda di termosanitari, è morto dopo un malore che l’ha colpito mentre giocava a carte con gli amici in pausa pranzo al bar.

Martedì pomeriggio, l’uomo si è improvvisamente accasciato al suolo ed a nulla sono serviti i tentativi di rianimazione da parte dei soccorsi del 118, arrivati prontamente sul posto con l’ambulanza: “Hanno tentato l’impossibile – ha dichiarato la figlia – ma è stato un infarto devastante che ogni intervento, anche in ospedale è stato inutile.”

Nella giornata di ieri, nella sua casa di Montesicuro c’è stata una continua affluenza di persone che oltre a fare le condoglianze ai parenti, hanno voluto manifestare il loro affetto al noto dirigente dorico.

L’attività della Saccaria era iniziata nei primi anni Venti del ‘900, a Senigallia dove la Calef Terni & C si occupava di importare il caffè, lo zucchero ed i prodotti coloniali. Dopo alcuni anni uno dei componenti della famiglia Terni, decise di aprire a Bologna una rivendita di articoli idraulici, sanitari e di riscaldamento. L’attività ebbe un ottimo successo tanto da essere estesa in quattro show room ad Ancona (diretta dallo stesso Menghini), Senigallia, Pesaro e Bologna.

L’uomo lascia due figlie ed un nipotino di appena sette mesi. I funerali si terranno oggi alle ore 15:00 nella chiesa di Sappanico.

da anconatoday.it

I commenti sono chiusi.