Emerge dalle acque del Lido di Venezia un cadavere di donna nuda tra i 20 e 30 anni

volanti della poliziaEmerge dalle acque un cadavere di una donna tutta nuda al Lido
La segnalazione di un passante verso l’una e mezza di notte nel canale Loredan. La salma apparterrebbe a una vittima tra i 25 e 35 anni

Il suo corpo è stato visto affiorare dalle acque del canale che costeggia via Antonio Loredan al Lido di Venezia verso l’una e mezza. Nella notte tra lunedì e martedì. Macabro ritrovamento all’altezza del distributore Esso dell’isola lagunare. Una donna dall’apparente età tra i 25 e 35 anni è stata recuperata ormai senza vita dalle acque gelide del canale. Era completamente nuda. Al collo una collana e nulla più.

Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato San Marco e gli uomini della squadra mobile della questura. Per cercare di far luce su una vicenda dai contorni per forza di cose ancora misteriosi. La vittima, a un primo sommario esame esterno della salma, non riporterebbe dei segni visibili di violenza. Decisiva però per capire i motivi del decesso l’autopsia disposta dal pubblico ministero. La donna, alta circa un metro e sessantacinque, capelli lunghi castani, carnagione chiara. è stata trasportata subito dopo il recupero all’obitorio dell’ospedale civile di Venezia.

Gli investigatori stanno passando al setaccio le denunce di persone scomparse negli ultimi giorni. Le condizioni della salma, infatti, indurrebbero a pensare che la caduta in acqua sia avvenuta di recente. Per ora si indaga a 360 gradi: la caduta fatale potrebbe essere stata causata da un incidente, da un malore o da un gesto estremo. O, naturalmente, da qualche “spinta” esterna. Resta da stabilire anche perché il cadavere fosse completamente nudo al momento della segnalazione del tassista che ha lanciato l’allarme.

da veneziatoday.it

I commenti sono chiusi.