Fia Fota accordo

max-mosleyRisolta la disputa tra Mosley e i team,
non ci sarà un Mondiale alternativo
PARIGI
La Federazione internazionale dell’automobile (Fia) e l’associazione dei team di Formula 1 (Fota) hanno raggiunto un accordo che fa tramontare l’ipotesi di un Mondiale alternativo nella stagione 2010.

Si disputerà un solo campionato sotto l’egida della Fia. L’intesa è stata raggiunta oggi a Parigi, dove si è svolto il Consiglio Mondiale della federazione presieduta da Max Mosley. Alla riunione ha preso parte anche Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari e della Fota. Max Mosley, presidente della Federazione internazionale dell’automobile (Fia), ha fatto sapere che non si ricandiderà ad ottobre quando verranno rinnovati i vertici dell’organizzazione.

La Fia – secondo quanto si apprende – ha deciso di non toccare le attuali regole in Formula 1, che saranno tenute in vigore fino al 2012. Era proprio il “budget cap” il punto cruciale del lungo braccio di ferro tra Fia e Fota (l’associazione che rappresenta otto degli attuali dieci team in Formula 1).

Al campionato 2010 parteciperanno quindi le 8 squadre inserite nell’associazione (Ferrari, McLaren-Mercedes, Red Bull, Toro Rosso, Renault, Brawn GP, Toyota e Bmw Sauber), le 2scuderie già iscritte senza riserva (Force India e Williams) e i 3 team neonati (Manor, Campos e US F1) che il prossimo anno debutteranno nel circus.
da lastampa.it

I commenti sono chiusi.