Finale League Cup Sunderland Manchester City 1 a 3 gol di Borini Yaya Tourè Nasri e Navas video


League Cup – Coppa in 60”: il Manchester City trionfa a Wembley
Dopo essere andato sotto con il gol di Borini, il City ribalta tutto nel giro di un minuto: Touré, Nasri e poi Navas nel recupero. Sunderland sconfitto 3-1. Terzo successo in Coppa di Lega nella storia del club

A volte basta davvero poco. Un tiro deviato, un calcio d’angolo, una prodezza… e tutto può cambiare. E’ il caso del Manchester City che mette oggi in bacheca il primo trofeo stagionale – e il primo della gestione Pellegrini – esorcizzando “l’incubo Wembley” in 60 secondi di pura passione. Se il Wigan – che nello scorso maggio punì il City nella finale di FA Cup con un gol praticamente a tempo scaduto – ebbe la fortuna e il cinismo di non concedere tempo alla reazione degli Skyblues, il Sunderland di Poyet si è ritrovato oggi subito avanti grazie al gol di Borini. Il fortino e le ripartenze dei Black Cats hanno così retto per quasi un’ora, ma il super gol del solito Touré si è portato via i sogni di gloria del Sunderland che in un minuto si è ritrovato dall’avere la coppa in mano al dover segnare un gol per portarla ai supplementari. Uno shock troppo difficile da gestire per Borini e compagni. Pellegrini porta via così il suo primo titolo sulla panchina del City e resta pienamente in corsa per quei “quattro titoli” cui aveva accennato qualche settimana fa. Il Sunderland è ko. Ora, però, con Chelsea (Premier), Barcellona (Champions) e Wigan (FA Cup) viene il difficile.
LA CRONACA
La partenza sprint del City è la tipica espressione di un pomeriggio da “guai grossi” per la squadra in teoria sfavorita, ma dopo qualche minuto di assedio Fernandinho si fa rubare palla, Demichelis si addormenta sul bel lancio di Johnson e Kompany è goffo nel tentativo di rubare palla a Borini: l’italiano entra così in area e con un gran diagonale punisce il City cambiando la trama del match.

Da quel momento i Black Cats si compattano ancor di più in una muro di 10 uomini dietro la linea del pallone volto a chiudere tutti gli spazi, e per meno di un’ora il piano riesce anche piuttosto bene. Ad andare più vicino al gol è infatti paradossalmente ancora il Sunderland, ma questa volta Kompany si fa perdonare e con un intervento “che vale un gol” nega la gioia della doppietta a Borini.
Poi, per, al 55’, cambia tutto. Yaya Touré si inventa una conclusione di prima dai 30 metri che termina nel sette. Il Sunderland scende, batte il calcio d’inizio, si getta in avanti, subisce la ripartenza, e dalle retrovie subisce l’arrivo di Nasri che con un esterno destro delizioso prende in contro-tempo Mannone. E’ la fine. Il City da quel momento gestisce con relativa facilità e nell’unica reale occasione del Sunderland Fletcher controlla come un amatore domenicale da terza categoria. Navas chiude così al 90’ il contropiede 4 contro 2 che vale il 3-1 finale.
LA STATISTICA CHIAVE
Con questo successo il City scrive un nuovo record: lungo tutta quest’edizione della Coppa di Lega ha subito solo due reti. Mai nessuno come loro.
IL TWEET

IL MIGLIORE
Yaya Touré. Con quello di oggi fanno 17 gol in stagione. Il resto ormai nemmeno ve lo raccontiamo, sarebbe solo come sentire un disco rotto. La definizione di “uomo squadra”.
IL PEGGIORE
Martin Demichelis. E’ il fedelissimo di Pellegrini eppure anche oggi qualche bel dubbio lo fa venire. Sul gol di Borini fa ‘il bell’addormentato’ e per il resto non è che impressioni per reattività.
IL TABELLINO
Manchester City (4-4-2): Pantilimon; Zabaleta, Kompany (C), Demichelis, Kolarov; Nasri, Toure, Fernandinho, Silva (77’ Javi Garcia); Aguero (58’ Navas), Dzeko (89′ Negredo).
Sunderland (4-3-3): Mannone; Bardsley, Alonso, O’Shea (c), Brown; Cattermole (77’ Giaccherini), Ki, Larsson (60’ Fletcher); Colback, Johnson (60’ Gardner), Borini.
Marcatori: 9’ Borini, 55’ Yaya Touré, 56’ Nasri, 90’ Navas

Simone Eterno da eurosport

I commenti sono chiusi.