Flavia Vento condannata per ingiurie e diffamazione

Flavia Vento condannata per ingiurie
La showgirl aveva attaccato via blog una delegata della giunta comunale di Veltroni a Roma

La showgirl Flavia Vento è stata condannata, in sede penale, per ingiurie e diffamazione. Si è conclusa così la vicenda iniziata nel marzo 2008 quando, dopo una visita al canile della Muratella, la Vento scrisse nel suo blog alcune frasi sulla delegata del sindaco per i diritti degli animali del Comune di Roma dell’allora giunta Veltroni, Monica Cirinnà.

A diffondere la notizia della condanna della Vento è stata la stessa Cirinnà, attualmente consigliera del Pd capitolino.

“Il giudice della X sezione penale, Roberta Conforti – si legge nella nota – ha ritenuto colpevole Flavia Vento, per le ingiurie e le diffamazioni indirizzate alla mia persona. Alla richiesta del Pm relativa alla concessione delle attenuanti generiche e ad un mese di reclusione più 500 euro di multa, il giudice, visti gli artt.533-535 c.p.p. e concesse le attenuanti generiche e l’attenuante di cui all’art. 62 cp equivalenti alla contestata aggravante, ha condannato l’imputata alla pena di euro 300 di multa, oltre al pagamento delle spese processuali”.

“La showgirl romana Flavia Vento sul suo blog – aggiunge la consigliera – mi aveva apostrofata pesantemente e mi aveva accusato, di aver utilizzato i soldi raccolti per fini pubblici all’acquisto personale di borse e pellicce. Dopo la sentenza in sede penale – annuncia Cirinnà – citerò in giudizio la soubrette per danni morali e quelli creati alla mia immagine. A risarcimento ottenuto devolverò interamente l’importo alla causa dei diritti degli animali e alla costruzione di un nuovo canile a Roma”.

da TGCOM

I commenti sono chiusi.