Francia Ucraina 3 a 0 gol di Benzema e doppietta di Sakho video

Mondiali 2014 – La Francia centra l’impresa: ma è polemica
I transalpini superano per 3-0 l’Ucraina ribaltando il risultato dell’andata, ma il secondo gol realizzato da Benzema è in palese fuorigioco. A completare il quadro, c’è la doppietta di Sakho oltre a ricordare l’espulsione ad inizio ripresa (giustissima) di Khacheridi che ha tagliato in maniera definitiva le gambe alla squadra di Fomenko.

Nessuno ci credeva, nemmeno i francesi. Eppure quella che si è vista oggi è stata una grande Francia, una Francia che voleva andare davvero ai Mondiali dimenticando la pessima prestazione di Kiev dove era stata, anche, dominata dall’Ucraina. Questa volta Deschamps dà un volto nuovo alla sua Nazionale mettendo forze fresche e dinamiche in difesa con Sakho e Varane, oltre ad inserire dal primo minuto uno spumeggiante Valbuena che ripaga la fiducia di tutti caricandosi sulle spalle l’intera squadra e portandola all’obiettivo finale, quello di Brasile 2014. A suo modo anche Benzema è stato protagonista, segnando un gol decisivo: quello del 2-0. L’attaccante del Real è però in offside al momento del tocco di Valbuena ed alimenta ancor di più la polemica dopo che, anche quattro anni fa, i transalpini riuscirono ad andare al Mondiale grazie “ad un aiutino”. Ok, questa sera abbiamo visto una sola Nazionale in campo, ma non pensiamo che in Ucraina siano tanto contenti dopo aver visto la terna capitanata da Skomina. Piccola annotazione per Ribéry che ha fatto il suo, ricordando che l’uomo del Bayern Monaco è stato guardato a vista dai difensori ucraini tanto da indurre all’espulsione Khacheridi, forse un po’ troppo poco per garantirsi il pallone d’oro a maggior ragione dopo aver visto cosa ha fatto Ronaldo nell’altro spareggio.
CRONACA
La Francia cerca subito di mettere sotto l’Ucraina e Valbuena suona il primo squillo con un destro a giro al 3’ ma arriva la pronta risposta di Pyatov che manda in angolo. Partita molto combattuta e l’Ucraina non si risparmia ma al 22’ i transalpini passano in vantaggio grazie al gol di Sakho che, dimenticato dalla difesa avversaria sul secondo palo, approfitta della corta deviazione di Pyatov sul tiro di Ribéry per insaccare il gol dell’1-0. Passano pochi minuti e la Nazionale di casa trova anche il raddoppio con Benzema che non sbaglia da due passi dopo il tocco di Valbuena, anche se la posizione dell’attaccante del Real Madrid è nettamente in fuorigioco e non ravvisata dall’assistente dell’arbitro Skomina.

Nella ripresa l’episodio chiave è l’espulsione immediata di Khacheridi che si becca subito il secondo giallo dopo aver steso Ribéry. Il giocatore del Bayern subisce un trattamento personalizzato ed a turno viene falciato dal difensore più vicino, ma nonostante questo riesce a servire un ottimo pallone a Benzema che sbaglia incredibilmente la chance di realizzare il 3-0 che avrebbe chiuso i conti. Conti che vengono chiusi invece da Sakho ancora provvidenziale in area a deviare il pallone in rete (gol assegnato poi a Gusev) regalando la qualificazione ai francesi dopo un’incredibile rimonta.
LA STATISTICA CHIAVE
38 – Battere l’Ucraina con tre gol di scarto sembrava veramente impossibile considerando la consistenza difensiva della Nazionale giallobu. 8 partite senza subir gol ma soprattutto l’ultima volta che l’Ucraina perse, in una gara ufficiale, con tre reti di scarto fu nel lontano 30/06/2006 contro l’Italia. 38 partite fa.

IL TWEET DA NON PERDERE
L’augurio più importante arriva da Tony Parker, capitano della Nazionale francese di Basket ed autentico trascinatore nella vittoria degli Europei di due mesi fa. Il play di San Antonio cerca di dare la carica anche ai propri connazionali.


IL MIGLIORE
Mathieu VALBUENA – Il suo ritorno in squadra dal primo minuto cambia letteralmente volto alla Nazionale francese. Dal punto di vista della voglia e soprattutto del gioco. Il piccolo folletto di Bruges è dappertutto è direttamente implicato nei primi due gol dei transalpini.
IL PEGGIORE
Yevhen    KHACHERIDI – Il difensore della Dynamo Kiev era alla sua presenza n° 28 in Nazionale, non proprio un novellino. Nonostante questo pecca di ingenuità quando si fa espellere per un fallaccio su Ribéry ad inizio ripresa rendendo vane le possibili chance di rimonta dell’Ucraina, e dire che aveva preso un altro giallo altrettanto stupido proprio al termine del primo tempo. In Ucraina si impreca sicuramente per aver perso per questo ritorno giocatori come Kucher e soprattutto Fedetskyi.
LA DICHIARAZIONE
TABELLINO
Francia (4-3-3): Lloris; Debuchy, Varane, Sakho, Evra; Pogba, Cabaye (78’ Sagna), Matuidi; Valbuena, Ribéry, Benzema (82’ Giroud). All. Didier Deschamps
Ucraina (4-3-3): Pyatov; Mandzyuk, Shevchuk, Rakitskiy, Khacheridi; Rotan, Bezus (64’ Gusev), Edmar; Konoplyanka, Yarmolenko, Zozulya (76’ Seleznov). All. Mykhaylo Fomenko
Marcatori: 22’ Sakho, 34’ Benzema, 72’ aut. Gusev
Arbitro: Damir SKOMINA (SLO)
Ammoniti: 7’ Rotan, 45’ Sakho, 45’ Khacheridi, 67’ Evra, 69’ Debuchy, 89’ Mandzyuk
Espulsi: 47’ Khacheridi

Luca Stamerra da eurosport

I commenti sono chiusi.