Giacomo Poretti perchè l’Inghilterra con Hodson si ostna a prendere tecnici che non sanno la lingua video flanagan

Mister Hodgson,
l’inglese che non sa l’inglese

Lettera all’allenatore protagonista anni fa con Giacomo di una gag di successo

Questa sera si disputerà la partita di calcio Italia Inghilterra, e la cosa curiosa è che la squadra britannica è stata affidata ad un allenatore che parla malissimo l’inglese, come il precedente del resto. Ma Mister Hodgson, benché si vanti di essere londinese puro sangue, vi possiamo garantire che ha serie difficoltà a pronunciare correttamente perfino il proprio nome. Negli spogliatoi i giocatori vivono un momento di imbarazzo particolare: il Mister sta tentando da qualche settimana di convincerli a giocare con il suo verbo strategico, il 4-4-2; ma Rooney e compagni invece si domandano come mai la Federazione inglese continui ad insistere con allenatori stranieri: prima un friulano, ora un equadoregno, probabilmente, o un filippino? Mah!

Nessuno sa che lingua parli Mr Hodgson! Il capitano Terry pare che armato di coraggio abbia preso una palla in mano e rivolto a Mr Hodgson gli abbia chiesto: “What is this?” e Mr Hodgson “is a bomb…no is a bell…ehm is a bill”. Sono 2 giorni che la squadra è chiusa dentro agli spogliatoi e a cadenza ritmica si sente solo un coro di tutti i giocatori: “This is a ball, repeat please Mister !”. Io l’ho conosciuto bene Mr Hodgson e non capisco però perché si ostini a voler parlare in inglese: faccia almeno come il Trap che nemmeno lui l’inglese lo parla, però fischia bene. Spero soltanto che Mr Hodgson, per quanti sforzi faccia, non riesca a farsi capire dai propri giocatori, perché in quel caso sarebbero guai: il tecnico parla male l’inglese ma di calcio è preparato.

Whit simpaty, your englisch teacher Mr Flanagan.

Giacomo Poretti riveste i panni di Mister Flanagan, l’insegnante di inglese che, in una gag della trasmissione «Mai dire gol», faceva irruzione nel ritiro dell’Inter e coinvolgeva in esilaranti duetti l’allenatore Roy Hodgson.

GIACOMO PORETTI da lastampa.it

I commenti sono chiusi.