Gli Inglesi Spiano tutti i diplomatici negli Hotel del Mondo

Hilton della Giudecca a VeneziaGb, anche 007 nel Datagate: spiano diplomatici in 350 hotel in tutto il mondo
Secondo le informazioni rese note dal Der Spiegel e ottenute attraverso le rivelazioni di Edward Snwoden, gli agenti segreti inglesi ascoltavano telefonate e conversazioni ed entravano nei pc dei sorvegliati

ROMA – Proprio come nei film di James Bond, gli 007 britannici hanno spiato per anni diplomatici stranieri in almeno 350 hotel in tutto il mondo. È questa una delle informazioni fornite, secondo quanto riportato dal tedesco Der Spiegel, dalla Edward Snwoden, l’ex contractor della Nsa, oggi in asilo temporaneo in Russia, che ha rivelato il Datagate.

L’obiettivo dell’operazione – denominata Royal Concierge e simboleggiata da un pinguino per via delle uniformi indossate dal personale nei grandi alberghi – era ascoltare le telefonate dei diplomatici, controllare il fax nella stanza, entrare nei loro computer e persino ascoltare le loro conversazioni al bar dell’hotel.

non si conosce il numero di volte in cui è stata attuata l’operazione, ma una fonte anonima del Gchq, l’equivalente britannico della National security agency americana, “non smentisce né conferma la notizia”. I documenti di cui lo Spiegel è entrato in possesso non fanno il nome di nessun albergo, ma come esempi vengono citate, in forma anonima, strutture di lusso a Zurigo e Singapore.

da repubblica.it

I commenti sono chiusi.