Hamilton Amstrong prendeva l’EPO video intervista

Hamilton “Armstrong prendeva l’EPO”

L’ex compagno della US Postal accusa il campione statunitense di doping: “Si iniettava quella sostanza prima del Tour de France, gli serviva per prepararsi. L’ho visto io, ma l’abbiamo visto tutti”. Nuove nubi su uno dei corridori più vincenti di sempre

Si addensano le nubi sul passato di Lance Armstrong. Questa volta ad accusarlo è Tyler Hamilton, ex compagno ai tempi della US Postal. Insieme hanno vinto tre dei sette Tour de France (i primi, dal 1999 al 2001), ma probabilmente è accaduto anche altro.
Almeno stando a sentire Hamilton che, nel corso di un’intervista rilasciata negli Stati Uniti, ha spiegato nel dettaglio le pratiche dopanti alle quali si è sottoposto Armstrong. Aggiungiamo alcuni dettagli: la carriera di Hamilton è sempre stata legata a doppio filo con una storia di doping.
Ha rischiato di perdere l’oro di Atene 2004 per un test positivo, ma si salvò perché i laboratori non riuscirono ad analizzare la controprova. Nello stesso anno viene pizzicato alla Vuelta per autoemotrasfusione e paga con due anni di stop.
Ed è stato anche coinvolto nella Operacion Puerto, secondo le cui indagini avrebbe pagato 50mila dollari all’infaustamente celebre dottor Fuentes. E nel 2009 è stato preso per steroidi (secondo lui per la cura alla depressione), con immediata squalifica di otto anni ed inevitabile ritiro.
Non si è fatta attendere la replica di Armstrong, che su Twitter ha scritto: “Più di vent’anni di carriera, 500 controlli antidoping affrontati in tutto il mondo. E non ho mai fallito un test”.

da eurosport

I commenti sono chiusi.