Il Veneto vota l’indipendenza ………..

bandiere veneto serenissimaBusato in piazza a Treviso: «Semo
un cuore solo, semo un solo popolo»
L’ideatore del referendum sul palco acclamato dalla folla
in Piazza dei Signori. «Siamo gli eredi della Serenissima»

TREVISO – Stasera in Piazza dei Signori a Treviso la proclamazione unilaterale di indipendenza del Veneto dall’Italia. Gli indipendentisti avevano annunciato questo passo se si fosse raggiunta la quota di 2 milioni di voti al referendum online su plebiscito.eu. E il numero sembra essere stato raggiunto, secondo dati degli organizzatori i votanti registrati sono 1.993.780, corrispondenti al 53,41% del corpo elettorale.

Ma c’era anche un’altra dichiarzione, rilasciata proprio a Gazzettino.it, dal promotore dell’iniziativa e ideatore del sito, Gianluca Busato: insieme alla dichiarazione di indipendenza sarebbe scattata l’esenzione dalle tasse italiane per tutti i cittadini del Veneto. Impresa di assai difficile realizzazione, stasera dalla piazza arriverà forse una risposta a quanto seria e praticabile fosse tale proposta o se si trattasse solo di propaganda per invogliare i cittadini al vot5o online.

Intanto in Piazza dei Signori sono arrivati i primi sostenitori e le prime bandiere, lo spazio è stato via via riempito ma non sembra esserci l’ombra di un politico: l’appuntamento era stato fissato per le 19 ma è slittato.

Gianluca Busato è salito sul palco intorno alle 19.30, acclamato dalla folla. «Non confondiamo una nazione con una persona, semo tutti un cuore solo, semo tutti un solo popolo»: sono queste le prime parole di Busato. «Noi siamo gli eredi della Serenissima», ha proseguito. Dalla folla si è intanto levato il grido «San Marco! San Marco!».

Veneto indipendente: «Due milioni»
Stasera a Treviso la proclamazione
Secondo gli organizzatori ha votato oltre il 50 per cento del corpo
elettorale. In piazza dei Signori sarà insediato il “Consiglio dei Dieci”

PER APPROFONDIRE: referendum, indipendenza, veneto, indipendenza veneto, voto, plebiscito.eu

VENEZIA – A fine mattinata, nell’ultimo giorno di votazioni in rete (ma anche via telefono e in alcuni gazebo) del referendum per l’indipendenza del Veneto, lanciato da Plebiscito.eu, secondo dati degli organizzatori, i votanti registrati sono 1.993.780, corrispondenti al 53,41% del corpo elettorale.

Questa sera a Treviso, in piazza dei Signori a partire dalle ore 19 saranno resi noti i risultati e i promotori della consultazione venetista – che non ha alcun carattere o valore ufficiale – hanno annunciato che sarà insediato il Consiglio dei Dieci delegati per l’indipendenza del Veneto e sarà proclamata l’indipendenza, stabilendo la roadmap con il concreto esercizio della stessa, fino alla stabilizzazione delle istituende strutture della Repubblica Veneta, libera, indipendente, federale e sovrana.

«Tutto il Veneto e anche gran parte d’Italia – rileva una nota di Plebiscito.eu – ci sta sostenendo. Anche dalle altre regioni sta emergendo la consapevolezza che la strada del diritto di autodeterminazione che in Veneto sta trionfando è l’unica soluzione per liberarsi dal peggiore mostro burocratico del mondo occidentale. La bestia sanguinolenta dello Stato italiano è odiata da tutti i suoi sudditi in ogni dove».

«Metteremo a disposizione la piattaforma di voto digitale e il know-how strategico acquisito – è detto ancora – anche a tutte le altre regioni che la vorranno utilizzare, per realizzare referendum di indipendenza delle proprie regioni, attraverso l’indizione da parte di comitati referendari apartitici e trasversali che dovessero nascere. La rivoluzione digitale è in atto e nessuno la può fermare, perché la volontà del Popolo è legge».

da gazzettino.it

I commenti sono chiusi.