Il Viagra fa diventare sordi ?

Il Viagra e affini sarebbero responsabili dell’insorgere della sordità nell’uomo. Lo sostengono alcuni medici inglesi, che mettono sotto accusa il Sildenafil e altri farmaci contro la disfunzione erettile. Potrebbero provocare in alcuni casi estremi la perdita improvvisa di udito.

L’indagine è nata in seguito al rilevamento di alcuni episodi di problemi uditivi verificatisi negli Stati Uniti. D’altra parte già nei mesi scorsi ci sarebbero state ricerche svolte su pazienti americani, asiatici e australiani che hanno avvertito problemi di questo tipo dopo aver assunto questo tipo di farmaci.

I più pericolosi sembrano essere il Sildenafil (il Viagra), il Tadalfil (Cialis) e il Vardenafil (Levitra). In tutto 47 i casi sospetti di perdita rapida dell’udito in uomini dall’età media di 57 anni. In alcuni casi la perdita dell’udito ha riguardato entrambe le orecchie

Il professor Furio Pirozzi Farina, presidente della Società Italiana di Andrologia: “Quando uscì il Viagra, all’inizio vi era una grande attenzione dell’opinione pubblica: vi furono alcuni casi di decessi per infarto e venne subito data la responsabilità al farmaco. La verità è che erano consumatori che era stati già colpiti da infarto o comunque con rischi cardiovascolari”.

Insomma un allarmismo ingiustificato ma che deve far riflettere: meglio assumere questi farmaci solo in caso di reale necessità e magari dopo consulto medico per verificare di non avere patologie in contrasto con i principi attivi in essi contenuti.

Il sito ipsico.org spiega infatti che l’assunzione del Viagra deve essere necessariamente autorizzata, dopo un’attenta valutazione clinica, dal medico. Il farmaco deve essere assolutamente evitato nei pazienti che hanno avuto un infarto cardiaco, in quelli a cui l’attività sessuale sia stata sconsigliata, che sono affetti da una rara malattia oculistica (la retinite pigmentosa) o che stanno assumendo farmaci nitro-derivati.

Il Viagra è generalmente ben tollerato. Se si ha qualche effetto collaterale, questo può essere mite e temporaneo. Alcuni possibili comuni effetti collaterali sono: mal di testa, stomaco agitato, infezioni del tratto urinario, sensibilità aumentata ai colori verde e rosso, diarrea, etc.

da dottorsport.info

I commenti sono chiusi.