Incidente airbus mistero continua

airbus-airfranceL’Airbus di Air France Rio-Parigi, scomparso lunedì scorso sull’Atlantico con 228 persone a bordo, aveva inviato in totale 24 messaggi automatici di anomalie durante l’ultima parte del suo volo: lo ha detto oggi, in una conferenza stampa a Le Bourget (Parigi), il direttore dell’Ufficio inchieste e analisi sull’incidente (BEA), Paul-Louis Arslanian.

Arslanian ha aggiunto che non c’è alcuna garanzia che il trasmettitore delle scatole nere dell’apparecchio sia sempre attaccato ai registratori di parametri del volo AF 447: “Può essersi staccato”.

Nella stessa conferenza stampa, il vicedirettore generale di Meteo France Alain Ratier ha spiegato che “Nulla indica” che il volo Air France 447 Rio-Parigi, disperso lunedì scorso sull’Atlantico, abbia incontrato sulla sua rotta “una massa temporalesca di eccezionale intensità ” per il mese di giugno.

Meteo France ha notato la presenza di un “cumulonembe potente” (una nube a sviluppo verticale, ndr), che tuttavia “era già in fase di decrescita” prima che l’aereo raggiungesse la zona prevista per il suo passaggio. Ma – queste le conclusioni dell’ente meteorologico francese -“non si può affermare il carattere eccezionale” delle condizioni meteo nella zona. Anzi, ha aggiunto il vicedirettore, l’attività temporalesca sulle coste africane, ad esempio, era in quel momento decisamente più accentuata.
Airbus ha lanciato un appello agli equipaggi delle compagnie aeree affinchè si attengano alle procedure standard se sospettano che gli indicatori di velocità siano in avaria, suggerendo che un guasto tecnico potrebbe aver giocato un ruolo cruciale nel disastro dell’aereo di Air France  precipitato nell’oceano.
Gli investigatori sanno dal monitoraggio degli ultimi messaggi automatici inviati in un arco di tre minuti che ci sono state delle incongruenze tra diverse misurazioni della velocità poco dopo che l’aereo è entrato in una zona di tempesta.
Il telex di Airbus è stato inviato ai clienti del suo A330 ieri sera. Un funzionario del settore afferma che questi avvisi vengono diffusi solo se gli investigatori di un disastro rilevano fatti che considerano abbastanza importanti da doverli comunicare immediatamente alle compagnie aeree.
L’appello è stato autorizzato dall’agenzia francese di inchiesta sugli incidenti aerei (Bea) che sta indagando sul disastro. E dice anche che la serie di messaggi inviati dall’aereo svelano “incoerenze” nei livelli di velocità registrati.
Airbus ha detto che il suo messaggio ai clienti non implica che i piloti dell’aereo precipitato abbiano fatto qualcosa di sbagliato o che sia stato trovato un errore di progettazione causa della sciagura.
da repubblica e reuters

I commenti sono chiusi.