Incidente in moto a Sonico Valcamonica muore anche Lorenzo Ruggeri 26 anni di Bagnolo dopo il suo amico Filippo Zani

Muore centauro di Bagnolo dopo l’incidente in Valcamonica
Era ricoverato nel reparto “Grandi ustionati” di Parma Commenti
Lorenzo Ruggeri non ce l’ha fatta. Il giovane aveva 26 anni e viveva a Bagnolo San Vito nel Mantovano. Nell’incidente è morto anche il suo fraterno amico Filippo Zani
Non ce l’ha fatta Lorenzo Ruggeri, il motociclista coinvolto in un terribile incidente domenica pomeriggio a Sonico, in Valcamonica. Il giovane, che aveva 26 anni e viveva a Bagnolo San Vito nel Mantovano, era ricoverato nel reparto «Grandi Ustionati» dell’ospedale di Parma con l’80% della superficie del corpo interessata da bruciature del terzo grado. Aveva anche riportato gli arti carbonizzati e lesioni gravi alle vie respiratorie. Lorenzo è spirato nella serata di martedì. Prima di lui è morto il suo fraterno amico Filippo Zani, che guidava l’altra motocicletta coinvolta nell’incidente. È stato Zani, per motivi al vaglio della polizia stradale, a perdere il controllo della sua Aprilia, andando a collidere con una Opel Corsa. Subito dopo la motocicletta ha preso Fuoco. Ruggeri, che seguiva Zani a poca distanza, non è riuscito a evitare l’impatto, finendo nel rogo. Sono morti entrambi in ospedale. Per decisione delle loro famiglie i funerali saranno celebrati insieme nel campo di calcio della parrocchia di San Biagio a Bagnolo San Vito. Filippo Zani lavorava nell’azienda di famiglia, la Ecozani, specializzata nello smaltimento dell’eternit.
Lorenzo Ruggeri era impiegato nell’azienda agricola del padre. I due ragazzi hanno sempre abitato e lavorato vicini, crescendo insieme.
Erano conosciuti e stimati. La comunità di Bagnolo San Vito si sta stringendo attorno alle famiglie di entrambi.

da ilgiorno.it

I commenti sono chiusi.