Intervista a Rajae Bezzaz del gf11 non sono co Fabrizio Corona

Grande Fratello, Rajae: “Non sono
al reality grazie a Fabrizio Corona”

Rajae Bezzaz ha trascorso cinque settimane all’interno della Casa del Grande Fratello, dimostrando la capacità di vivere questa esperienza conciliando il mondo dello spettacolo con le sue tradizioni culturali e religiose. Lunedì scorso l’eliminazione al televoto dove ha perso, di poco (55% dei voti contrari) la sfida con Emanuele.

A detta di molti lei si è dimostrata persona di grande cultura, con grande padronanza delle lingua italiana nonostante le sue origini straniere. Questi aspetti, però, come già in passato per altri concorrenti, non premiano molto. Mentre sembra più facile essere personaggio soprattutto quando non si mette in mostra il meglio della propria cultura. Qual è il suo punto di vista?
«E’ anche una questione caratteriale. Io per esempio sono molto pacata. Purtroppo questo può penalizzare perchè il pubblico è più orientato verso altri tipi di persone, in grado di essere coinvolte in storie diverse. Ma io volevo essere me stesso, piuttosto che fingere o fare discussioni di cui non avrei neanche potuto essere partecipe al mille per mille. Ho discusso e ho portato avanti le mie ragioni quando l’ho ritenuto veramente importante come in quella con Giordana, mentre in altre ho preferito lasciar perdere perchè ho pensato che fossero poco importanti»

A proposito di discussioni, Giordana è davvero razzista oppure è una persona che riflette poco prima di parlare?
«Giordana mi sembra una di quelle persone che aprono la bocca senza accendere il cervello. Ha usato delle parole che si poteva risparmiare. Sicuramente è qualcosa che è di suo, ma in parte anche derivante dalla sua ignoranza nel vero senso della parola. Quando ignori l’esistenza di determinate cose puoi cadere nel dire cose che sicuramente non fanno piacere… Già non avevamo un buon rapporto e si è permessa di dirle lo stesso sapendo che vengo da una realtà di immigrazione. Ha detto parole che solo a ricordarle mi vengono i brividi. Neanche i ragazzi della Casa ricordavano che avesse detto parole così pesanti»

Passando a un contesto più generale, ma rimanendo su questo tema, che cosa le dà più fastidio nel comportamento di un italiano verso un immigrato?
«Mi dà fastidio il pregiudizio in generale perchè spesso la gente non sa di che cosa sta parlando e non conosce la realtà. Spesso si emettono giudizio solo “per sentito dire”, magari arrivando a fare di tutta l’erba un fascio»

E dall’altro punto di vista? Che cosa le dà più fastidio da parte di un immigrato verso un italiano?
«La chiusura mentale verso il prossimo. Di sentirsi più dalla parte del giusto senza cercare di capire l’altra parte. Diventa poi difficile cercare di essere capiti senza aprirsi, senza farsi conoscere»

Tornado al reality. Che cosa c’è stato veramente tra lei e Biagio? E’ stato un “gioco di corteggiamento” oppure era davvero interessata a lui?
«Con Biagio non c’è stato niente a livello fisico. C’è stato un avvicinamento perchè è stata una delle persone che per prime mi ha accolta nella Casa. Sin dall’inizio si è aperto con me, mi ha raccontato tante cose private. Così, durante la prima settimana, ho creduto nella sua persona. Anche se mi è stato consigliato di non farlo, volevo vivermi la persona anche a costo di sbatterci la testa, per non avere dei rimorsi. Solo dopo ho capito che non era una persona realmente valida»

Il suo ingresso al reality è stato annunciato sbanderiando un suo presunto flirt con Fabrizio Corona. Tanti i siti e riviste di gossip che hanno titolato “L’ex di Corona approda al Grande Fratello”. Che cosa c’è di vero in questa relazione?
«Non c’è stato nessun flirt, ma è solo stata una persona con cui ho lavorato, che ho conosciuto per questo motivo. Sostanzialmente in nostro rapporto si è limitato solo a questo»

Le ha dato un po’ fastidio essere presentata come “una delle donne di Corona”?
«Mi ha dato fastidio il fatto che qualcuno possa aver pensato che io sia arrivata al reality grazie a Fabrizio Corona. Ma non è stato così»

Una ragazza che ha già lavorato nel mondo dello spettacolo. Una ragazza che ha fatto la modella senza negare la propria bellezza. Una ragazza riservata e pacata del reality. Fra queste tre chi è realmente Rajae?
«E’ un mix di tutto questo. Così come tengo a far parte del mondo dello spettacolo, comunque tengo alla mia riservatezza e alla mia cultura perchè ci credo fermamente»

Proprio sua madre, nel vostro incontro di lunedì sera, le ha ricordato di non rinnegare mai la sua cultura, le sue tradizioni e la sua religione. Che cosa avrebbe dato veramente fastidio a sua madre?
«Sicuramente lei vuole che continui i miei studi. Magari vede il mondo dello spettacolo come un qualcosa che non paga abbastanza. Sa che sono giovane e ha paura degli errori che potrei fare. Da quando viviamo in Italia si è scontrata con tante realtà che hanno riguardato sia me sia mia sorella. Per esempio il fatto che ci piace il ragazzo italiano piuttosto che quello arabo. Magari il fatto che le può dar fastidio una foto fatta in costume da bagno. Sono tutte cose che lei non avrebbe mai fatto, ma che comunque capisce che noi oggi viviamo in una realtà diversa dalla sua. E’ sicuramente un grande atto di intelligenza da parte di mia madre perchè so che tante persone non l’accetterebbero minimamente. Son contenta di avere la mamma che ho»

Temeva qualche strumentalizzazione esterna legata alla sua religione e alla sua partecipazione al reality?
«Sicuramente perchè già prima di entrare nella Casa ho ricevuto commenti del tipo “Se una musulmana porta un costume da bagno allora non è una vera musulmana” o cose simili. Ma anche in puntata ho detto che si dovrebbe andare oltre ai vestiti, perchè la fede è una cosa interiore. Non è solo l’apparenza che ci deve dare la possibilità di giudicare una persona. Ma si sà che non mancano mai le malelingue. Ma quando stavo entrando nel reality sapevo già a che cosa andavo contro e voglio affrontare tutto quello che viene»

Se le chiedessero di partecipare a un reality arabo?
«Lo farei [sorride n.dr.], dopo aver fatto quello italiano perchè non fare quello arabo?»

Il nome “Rajae” significa speranza. Quale sono le sue speranze e i suoi desideri per il suo futuro? Il mondo dello spettacolo lo vive come un’opportunità collaterale ai suoi studi o è realmente un suo obiettivo lavorativo?
«Spero molto nello spettacolo perchè è un mondo che mi piace, però portando sempre me stessa perchè non voglio essere “per forza un’oca”»

In quale settore? Si vede come attrice o in un altro ruolo?
«Mi piace molto presentare. Mi è già capitato molte volte presentando eventi, concorsi di bellezza, festival di comicità dove ho avuto dei bravi maestri che mi hanno insegnato molto»

Secondo lei chi vincerà questa edizione del Grande Fratello?
«Credo che lo vincerà Ferdinando perchè è molto amato dal suo pubblico. Anche se mi piacerebbe che vincesse Andrea…»

Forse dipende anche come i telespettatori interpretano i sentimenti di Andrea verso Margherita. Lei che cosa pensa di questa relazione?
«Onestamente non credo che Andrea stia fingendo o che lo stia facendo per “scacciare” il pensiero di Szilvia. Sono convinta che a lui Margherita piaccia. Aveva già avuto delle sensazioni all’inizio del reality, quando era ancora fidanzato. Per questo si era un po’ frenato per rispetto della relazione in corso. E’ una persona che tiene molto ai suoi valori e non avrebbe mai fatto niente se la sua storia fosse continuata. Nel momento in cui si è sentito tradito ha cercato di recuperare quello che avrebbe voluto fare nei cinque mesi precedenti»

Margherita è la persona giusta per lui?
«Difficile dirlo. Potrebbe essere la persona giusta se si togliesse dalla testa certi punti di vista. Andrea non è il tipo di ragazzo che ha sempre avuto. Io la vedo come “colei che ha guidato la carovana”, mentre con Andrea si sente guidata, però forse ha realmente bisogno di questo»

FULVIO CERUTTI da la stampa.it

I commenti sono chiusi.