Italia Nigeria 2 a 2 gol di Pepito Rossi Dike e Ameobi, e poi Giaccherini video

Italia, luci e ombre: con la Nigeria è 2-2
Segna Giuseppe Rossi, poi africani in vantaggio con Dike e Ameobi, Giaccherini infine pareggia i conti

Termina con un pareggio il 2013 della Nazionale di Prandelli. A Londra l’Italia non va oltre il 2-2 contro la Nigeria, reduce dalla qualificazione ai Mondiali dopo la vittoria con l’Etiopia. Al Craven Cottage luci e ombre per gli azzurri, che passano in vantaggio al 12′ con Rossi, ma poi subiscono la riscossa degli africani che in 4′ ribaltano il match con Dike e Ameobi. Il gol del pari finale lo segna Giaccherini al 47′.

LA PARTITA
Se l’obiettivo era vedere Balotelli e Giuseppe Rossi insieme e verificare la loro intesa, Prandelli può sorridere. Ma se Italia-Nigeria era anche l’occasione giusta per tirare le somme del lungo cammino verso il Brasile, allora c’è poco da stare allegri. Dopo tre anni, tre mesi e cinquanta partite sulla panchina azzurra, il commissario tecnico “festeggia” infatti le “nozze d’oro” con la Nazionale portando a casa il quarto pareggio consecutivo.

E non è tanto il risultato a lasciare l’amaro in bocca (le africane sono spesso indigeste per i nostri), quanto la facilità di prendere gol degli azzurri. L’Italia infatti parte bene e al 12′ va a segno sull’asse SuperMario- Pepito, con il capocannoniere della Serie A che conferma il vizio del gol e dialoga perfettamente col compagno di reparto. Dopo il vantaggio, la banda di Prandelli gioca con rapidità di palleggio e cerca la profondità, ma Balotelli fallisce il colpo del ko e lentamente la squadra perde campo. Dopo mezz’ora di gioco, il “fuoco azzurro” si spegne. E sale in cattedra la Nigeria, galvanizzata dopo la conquista del pass per i Mondiali. In quattro minuti i campioni d’Africa in carica ribaltano il match con Dike e Ameobi.

In vista del Brasile, Prandelli avrà certamente da lavorare ancora molto su calci piazzati e cross. Dietro l’Italia soffre troppo, soprattutto sulle palle alte. E la Nigeria non è il Brasile o l’Argentina. Cambiano gli attori, ma il film è sempre lo stesso per la difesa azzurra. Nessuno però vuole perdere l’ultima partita del 2013 e così ci pensa Giaccherini al 47′ a riportare il match in parità. Nella ripresa la Nigeria abbassa il ritmo e, dopo la girandola dei cambi, Prandelli manda in campo Pirlo, Diamanti e Parolo, affidandosi al 4-3-2-1 in stile Confederations Cup. Gli azzurri riprendono in mano il match e provano a vincere, ma non è serata. Balotelli ci prova in tutti i modi, ma in area gli manca il guizzo del killer ed esce dal campo furioso. All’assalto finale partecipano anche Pirlo, Parolo (palo), e Diamanti, che colpisce una traversa su punizione, ma negli ultimi minuti la porta è stregata. Il 2013 dell’Italia finisce così. In Brasile servirà ben altro.

LE PAGELLE

Rossi 6,5: gioca  solo 53′, ma alla prima palla buona gonfia la rete. Buona l’intesa con Balotelli e con i compagni nel primo tempo. Gira intorno a Mario e gioca di fioretto in rapidità
Balotelli 6: ottimo impegno, ma troppi gol sbagliati. Ha voglia di segnare e lo si capisce anche a fine partia, quando esce furiuoso dal campo. L’Italia non può fare a meno della sua classe, ma deve ritrovare l’istinto del killer in area piccola
Parolo 6,5: entra al posto di Thiago Motta ed entra subito in partita, recuperando palloni e andando spesso al tiro. In un paio di occasioni sbaglia mira da buona posizione, ma è sempre pericoloso. Peccato per il palo. Prandelli potrà certamente contare su di lui se rimarrà in questo stato di forma
Giaccherini 7: Altra prestazione di quantità e qualità. Suo il gol del pareggio finale. Buona l’intesa con Rossi sugli inserimenti. In Brasile ci sarà certamente bisogno di lui
Ejide 6,5: ingaggia una personale battaglia con Balotelli, a cui nega il gol in un paio di occasioni. Poi si fa male e lascia il posto a Enyeama. Buona prova
Ameobi 6,5: splendido il gol. Fa reparto da solo e mette in difficoltà Ranocchia.

IL TABELLINO

ITALIA-NIGERIA 2-2
Italia (4-3-1-2): Sirigu 6,5; Maggio 6, Ranocchia 5,5, Ogbonna 5,5, Pasqual 5; Motta 5,5 (8′ st Parolo 6,5), Montolivo 6 (8′ st Pirlo 6), Giaccherini 7 (30′ st Poli 5,5); Candreva 6 (21′ st Cerci 5,5); Balotelli 6, Rossi (8′ st  Diamanti 6,5).
A disp.: Buffon, Marchetti, Bonucci, Criscito, Abate, Florenzi, , Osvaldo, Insigne, Gilardino. All.: Prandelli 6
Nigeria (4-2-3-1): Ejide 6,5 (21′ st Enyeama 6); Kwambe 5,5, Egwuekwe 5,5, Oboabona 5, Francis 6; Onazi 6, Mikel 6; Moses 6,5 (30′ st Ideye sv), Dike 6,5 (20′ st Musa 5,5), Oduamadi 5 (1′ st Ogu 6), Ameobi 6,5 (20′ st Emenike 5,5).
A disp.: , Omeruo, Mba, Gabriel, Agbim, Obinna, Echiejile. All.:Keshi 6
Arbitro: Atkinson
Marcatori: 12′ Rossi (I), 35′ Dike (N), 39′ Ameobi (N), 2′ st Giaccherini (I)
Ammoniti: Candreva (I), Egwuekwe, Ogu, Mikel (N)
Espulsi: –

STEFANO RONCHI da sportmediaset.com

I commenti sono chiusi.