Johnny Cash esce il disco di inediti Out Among the Stars

johnny cashDieci anni dopo la scomparsa di Johnny Cash, esce il disco di inediti

La Sony ha da poco comunicato che nel mese di marzo 2014 pubblicherà “Out Among the Stars”, album inedito di Johnny Cash.

Il disco è composto da 12 brani che il leggendario cantautore registrò nei primi anni ‘80 affiancato da Billy Sherrill (produttore e allora presidente della CBS Records Nashville). Le canzoni, a causa dell’interruzione dei rapporti fra Cash e la Columbia Records del 1986, vennero archiviate e dimenticate fino a quando, nel 2012, John Carter Cash (figlio del cantautore) ritrovò i nastri delle incisioni. John Carter Cash, insieme con Steve Berkowitz (archivista e co-produttore del disco in uscita), trovarono le registrazioni durante la catalogazione del materiale contenuto negli archivi musicali di Cash.

Dopo la scoperta, convocarono alcuni musicisti che in origine avevano partecipato alle sessioni di registrazione (Marty Stuart – chitarra e mandolino) insieme ad altri nomi di spicco della scena musicale Country (Buddy Miller, Carlene Carter…) coinvolgendoli nella ri-registrazione di alcune parti dell’album. I nastri sono stati poi rimasterizzati facendo attenzione a conservare il “sound originale” dell’opera e, terminato il mastering, John Carter Cash ha assicurato alla stampa che la voce del padre suona “intensa e vigorosa” come nei periodi migliori. Nella tracklist sono presenti inoltre due duetti con June Carter (compagna del cantautore nella vita e nella musica) e uno con Waylon Jennings.

Johnny Cash è l’artista Country che ha venduto più dischi in assoluto. Di origini popolari, figlio di una famiglia povera dell’Arkansas, è stato la “voce profonda” che ha fatto incontrare Country Music e canzone di protesta. Con una vena lirica pungente e sovversiva, ha cantato passioni e dolori della gente comune trovando il perfetto accordo fra la “tradizione” Country e lo spirito ribelle del Rock’n’Roll. Iniziò a scrivere canzoni durante il servizio militare (1951-1954) e tornato a casa dopo il congedo formò una band con Luther Perkins e Marshall Grant (due amici meccanici appassionati di Country Music). Grant suonava il basso, Perkins la chitarra elettrica, Cash cantava accompagnandosi con la chitarra acustica. Insieme incisero per la Sun Records di Memphis dando vita a un sound ipnotico ed essenziale che, unito all’andatura ritmica dei brani di Cash, richiamava lo sferragliare del treno sulle rotaie (e per questo venne definito “boom chicka-boom”). Nel 1957, con la canzone “I Walk The Line”, Cash ebbe un successo enorme e, presentandosi nelle occasioni pubbliche sempre vestito di nero, si guadagnò l’appellativo di “Man In Black”.

Gli anni fra il 1958 e il 1968 furono un periodo duro nella vita del cantautore. Lo stress e l’abuso di tranquillanti e anfetamine fecero sì che Cash assumesse per la stampa il ruolo del “teppista” che distruggeva automobili, che veniva fermato dalla polizia addormentato e completamente nudo in macchina, che rovinava camere d’albergo e giocava con le armi da fuoco. Nel 1965 fu fermato all’aeroporto di El Paso mentre tornava dal Messico con un migliaio di anfetamine nella custodia della chitarra; venne arrestato per introduzione illegale di pillole. Dal 1968 però il favore dei fan accompagnò il successo discografico di “At Folsom Prison”, album-live inciso il 13 gennaio 1968 di fronte alla platea di detenuti del carcere di massima sicurezza di Folsom (California). Cash riuscì a superare il periodo più drammatico della sua carriera grazie al matrimonio con June Carter. Con lei riconquistò il pubblico usando tutto il suo talento per combattere il nemico che lui stesso definiva “il diavolo dentro di me”.

Altro momento fondamentale della sua carriera fu la pubblicazione della serie di album “American Recordings” (ideata da Rick Rubin, noto produttore), pubblicata dopo il 1990 e che consegnò Johnny Cash al “mito”. Proponendo esclusivamente materiale nuovo tra canzoni proprie, brani tradizionali a cover di altri artisti, il cantautore ripercorse la storia della musica americana confermandosi l’interprete più autorevole e genuino della tradizione Country.

Cash scomparve nel 2003 all’età di 71 anni. Dal 25 marzo 2014 tornerà in radio e in classifica con queste 12 nuove canzoni.

Segue la tracklist completa dell’album.
Out Among The Stars
Baby Ride Easy – duet with June Carter Cash
She Used To Love Me A Lot
After All
I’m Movin’ On – duet with Waylon Jennings
If I Told You Who It Was
Call Your Mother
I Drove Her Out Of My Mind
Tennessee
Rock and Roll Shoes
Don’t You Think It’s Come Our Time – duet with June Carter Cash
I Came To Believe

ROBERTO CAVALCANTE da nostalgia.it