Kaka’ al Real

kakaAs: 65 milioni per il brasiliano.
“Anche il Chelsea nella trattativa”
Berlusconi: “Difficile trattenerlo”
TORINO
Kakà e’ un giocatore del Real Madrid, la trattativa per il suo trasferimento si e’ conclusa positivamente, ma l’annuncio ufficiale arriverà soltanto la prossima settimana. A sostenerlo, con grande evidenza nella titolazione, e’ l’edizione online del quotidiano sportivo spagnolo “As”, seguita a ruota dall’altro sito “Marca”. Al Milan andrebbero 64,5 milioni di euro, al giocatore 9 netti a stagione. Il 50% dei diritti d’immagine del brasiliano spetterebbero al Real. Anche l’emittente radiofonica Cadena Ser ha annunciato la conclusione positiva della trattativa. Secondo la stessa fonte, il giocatore firmerà un contratto quinquennale. La conferma che il talento brasiliano è vicinissimo al Real arriva da Berlusconi. «Non so se potremo trattenere al Milan Kakà perché gli offrono talmente tanti soldi» dice il premier a un giovane tifoso di Prato, città in cui si trova per la campagna elettorale. «Non si può trattenere qualcuno contro la sua volontà». L’amministratore delegato del Milan intanto è volato a Madrid, ufficialmente per la festa del neo presidente Perez che, appena recuperata la poltrona di presidente ha dato il via alla ricostruzione del club merengue, da riportare agli splendori passati.

La pietra Kakà sarebbe per Florentino Perez la prima del nuovo club madridista che ha in mente, «la migliore squadra del XXI secolo». La prima mossa della ambiziosa campagna acquisti che Perez vuole condurre a passo di carica – «spero di risolvere tutto entro giugno» ha detto a As – è stata questa mattina la presentazione alla tifoseria madridista del nuovo allenatore, il cileno Manuel Pellegrini, prelevato dal Villareal. «Un professionista intelligente, lavoratore, equilibrato» che «propone sempre un calcio elegante» ha detto Perez. Secondo la stampa spagnola Perez intende rivoluzionare la squadra surclassata in Liga dal Barcelona di Pep Guardiola. Solo tre giocatori – Casillas, Raul e Ramos – sarebbero sicuri di restare. Per tutti gli altri si aspettano le offerte. Il neo-presidente intanto già si muove per reclutare, secondo il quotidiano El Mundo, i «7 magnifici della nuova era», per i quali sarebbe pronto a spendere più di 300 milioni.

L’unico colpo di scena nella telenovela Kakà potrebbe essere l’intervento in extremis di Carlo Ancelotti, neo tecnico del Chelsea, avrebbe frenato il tutto spingendo il padre dell’ex Pallone d’oro, Bosco Leite, a frenare la trattativa. Il quotidiano «As», che cita la radio spagnola «Cadena Ser», scrive che il «grande legame» tra Ancelotti e Kakà potrebbe portare il brasiliano a scegliere l’offerta del patron del Chelsea Abramovich.

da lastampa.it

I commenti sono chiusi.