La centrale atomica di Sellafield la più vecchia centrale nucleare d’Europa chiusa per elevati livelli di radioattività

Sellafield domeGb, elevati livelli di radioattività: chiude parte della centrale nucleare di Sellafield
Radioattività anomala e i dipendenti rimangono a casa. “Radiazioni ben al di sotto dei livelli che richiedono l’adozione di contromisure” rassicura la Bnfl, società britannica che gestisce l’impianto. È la più vecchia centrale d’Europa

La centrale nucleare di Sellafield, nel nord ovest dell’Inghilterra, è stata parzialmente chiusa dopo che sono stati rilevati livelli alti di radioattività. Al personale è stato chiesto di rimanere a casa, mentre nella centrale rimangono comunque i tecnici che stanno lavorando “normalmente” per permettere all’impianto di continuare a funzionare.

Livelli elevati e comunque anomali di radioattività sono stati accertati nell’impianto nucleare per il ritrattamento del combustibile fossile, scrive la compagnia energetica pubblica Bnfl, che gestisce il complesso, in una nota. La società britannica precisa che, a titolo “prudenziale e cautelare”, è stato deciso di mantenere la normale operatività ma con personale “ridotto” ai soli “lavoratori essenziali”. Le radiazioni risultano superiori alla norma,  anche se “ben al di sotto” del grado che “imporrebbe l’adozione di qualsiasi contromisura” rassicura la Bnfl. Sellafield è la centrale più vecchia e più grande d’Europa ed è stata in passato teatro di diversi incidenti: i principali risalgono al 1957, al 1973 e al 2004-2005.

da rainews.it

I commenti sono chiusi.