La Spagna e l’ossessione di bagnare il campo di calcio prima delle partite

Spagna, lamento infinito: “Bagnate quel campo”

Acqua per gli assettati di spettacolo, la Spagna insiste: “Il campo di Danzica doveva essere innaffiato prima della partita, così non ci si poteva giocare. Non è una mossa contro la Spagna è contro il gioco”. Perché è chiaro che l’unico gioco che esiste è il loro e bisogna favorire quello in nome di una supremazia che dura da quasi 5 anni. Busquets si scalda: “Ma come fate a non capirlo? Non è una scusa”. E dal numero di volte in cui ripetono il concetto e dal numero di ore in cui ne parlano tra l’oro è chiaro che non è una scusa, è un’ossessione”.

Il campo è stato controllato, misurato, livellato e pure innaffiato 75 minuti prima della gara. Per ribagnarlo a un quarto d’ora dall’inizio serve il consenso di entrambe le squadre e l’Italia ha detto no. Dopo il reclamo gli esperti hanno controllato, l’Uefa ha verificato e il campo è a posto. Alla Spagna non resta che chiedere all’Irlanda che vuole fare: se ammorbidire il terreno ancora un po’ o no e avrà la risposta solo oggi. E’ probabile che il Trap si tenga il prato così come è anche solo per infastidirli. Per la cronaca, a Danzica ieri ha piovuto, oggi è previsto un altro temporale. Non c’è il deserto dentro lo stadio e intestardirsi tanto su un fattore non controllabile è segno di stanchezza. Non sembra che tutta questa cagnara sia davvero per lo spettacolo, è solo per sentirsi più forti in un momento di dubbi.

GIULIA ZONCA da lastampa.it

One comment

  1. nicole

    ma bagnare il campo è una tattica?uno svantaggio per gli avversari? gli spagnoli hanno scarpe apposta?