Lazio nuovo arresto lady Asl con marito per falsificazione documenti processuali

Sanità Lazio, nuovo arresto per Lady Asl

Nuovo arresto per “Lady Asl” e il marito, accusati questa volta di aver falsificato dei documenti processuali, come riferiscono fonti giudiziarie.

Il gip ha emesso un ordine di custodia cautelare a carico di Anna Iannuzzi, ex manager della sanità privata arrestata nel 2006 nell’ambito dell’inchiesta su tangenti per appalti nella sanità del Lazio e condannata in primo grado a otto anni di carcere, e del marito Andrea Cappelli.

Iannuzzi e il marito avrebbero falsificato dei documenti processuali allo scopo di bloccare il processo di appello in cui sono imputati.

In primo grado assieme a Lady Asl, che era accusata di associazione a delinquere, corruzione, peculato e falso, era stato condannato a sei anni il marito. Condannati anche il commercialista Roberto Tondi (4 anni) e Mauro Passi, all’epoca dei fatti funzionario Asl Roma B (tre anni e quattro mesi). Cosimo Speziale, ex-direttore generale della Asl Roma B e unico ad aver fatto ricorso al patteggiamento, era stato condannato a quattro anni.

Iannuzzi, nell’ambito della stessa inchiesta, aveva fornito agli inquirenti i nomi di altri funzionari poi arrestati, tra cui l’ex capo di gabinetto dell’ex ministro della Salute Francesco Storace e un consigliere regionale.

da REUTERS ITALIA

I commenti sono chiusi.