Lecco la mamma Edlira Dobrusci 37 anni confessa ho ucciso io le mie bambine Susanna, Casey e Lindsey L’ho fatto perché sono senza soldi e mio marito mi ha lasciato di 3, 8 e 13 anni

Carabinieri trovato morto ex imprenditore a bergamoSONO STATA IO. HO EVITATO LORO UN FUTURO DISPERATO”. MAMMA SGOZZA LE SUE TRE BIMBE

LECCO – Tragedia a Lecco: tre bambine di 3, 8 e 13 anni sono state uccise a coltellate. Il fatto è accaduto in corso Bergamo, nel rione Chiuso, in una zona periferica della città. Secondo una primissima ricostruzione la mamma 37enne, Edlira Dobrusci, delle piccole alle 6 di stamani avrebbe ucciso le sue tre bambine e poi avrebbe tentato il suicidio. Agli investigatori avrebbe detto: “Sono stata io. L’ho fatto perché sono senza soldi e mio marito mi ha lasciato”.

La donna era stata lasciata dal marito e viveva con le piccole Susanna, Casey e Lindsey in condizioni di estrema indigenza, tanto che la famiglia era assistita dalla Caritas locale.

La donna è ricoverata in ospedale in condizioni gravissime.

LA MAMMA HA CONFESSATO, FERMATA La donna sotto interrogatorio da questa mattina sospettata di avere ucciso le figlie è stata fermata dai carabinieri di Lecco in quanto ha confessato. È quanto spiega il comandante provinciale dei carabinieri di Lecco tenente colonnello Rocco Italia. La confessione è avvenuta intorno alle 13.

HA RICOMPOSTO I CADAVERI SUL LETTO Dopo avere ucciso le sue tre figlie – Simona, Casey e Sindey -, la madre ha ricomposto cadaveri insanguinati sul letto della sua camera. Il particolare emerge dalle indagini nell’appartamento del triplice delitto a Lecco. Poi la 37enne ha suonato a un vicino di casa dicendo: »le mie figlie non ci sono più«.

RINTRACCIATO IL MARITO È stato rintracciato tramite parenti il padre delle tre bambine uccise oggi all’alba a Lecco. Si trovava in viaggio verso l’Albania, paese natale suo e delle moglie. La moglie ora si trova in ospedale. L’uomo, secondo indiscrezioni, aveva programmato il viaggio da tempo e dovrebbe essere estraneo ai fatti.

ALFANO: “NON DAREMO SCAMPO A ASSASSINO” «Noi non daremo scampo a chi ha compiuto questo gesto efferato. Inseguiremo l’assassino sinchè non l’avremo preso e poi lo faremo stare in carcere sino alla fine dei suoi giorni». Così il ministro dell’Interno sul triplice omicidio di Lecco.

I commenti sono chiusi.