Lodi lite tra vicini morto Rosario Puleo, di 47 anni

carabinieri-di notteLITE TRA VICINI NEL LODIGIANO, 47ENNE UCCISO
A COLTELLATE: “FACEVA TROPPO RUMORE”

LODI – Lite finita in tragedia nel lodigiano dove Rosario Puleo, di 47 anni è stato ucciso durante una lite con un vicino.
L’uomo, che era sposato e aveva due figli, era autista di pullman e da mesi, come non nascondono i carabinieri, che stanno cercando di dipanare la vicenda e di identificare il responsabile del delitto, era in guerra con i suoi vicini di casa. Questa mattina l’uomo, dopo aver smontato non da molte ore dal precedente turno di lavoro, si stava preparando per riprendere di nuovo servizio. Qualche rumore in più, intorno alle 4, sarebbe stata la miccia del nuovo, stavolta fatale, litigio.
Tutto è iniziato con uno scambio di insulti. Cosa sia accaduto poi, in sequenza, risulta tuttora oggetto di indagini e interrogatori da parte dei carabinieri del comando provinciale di Lodi e del pm Gianpaolo Melchionna della procura di Lodi. Di certo per ora si sa che alla lite avrebbero presenziato sempre più persone, compresi alcuni parenti. E proprio tutta questa gente è sfilata, oggi, dagli inquirenti. Tuttora l’arma del delitto, un coltello, non sarebbe stata ritrovata. E anche su questo si stanno concentrando i carabinieri. In ospedale, ora, c’è un’altra persona: la moglie di Puleo, colpita al volto violentemente. Mentre lamenterebbero qualche ferita anche i vicini coinvolti. Nessun fermo, almeno finora. La situazione tra i vicini si era deteriorata da tempo. Quest’ estate erano partite denunce incrociate. I litigi scoppiavano a volte per rumori fatti in casa, altre volte per l’auto parcheggiata male. Quelle di via Mozart. a Mulazzano, sono tranquille e indipendenti villette anni ’80. Nessuno, tra i vicini, si sarebbe aspettato tanto. Intanto il procuratore capo della Repubblica di Lodi Vincenzo Russo sottolinea: «Sono meravigliato, davvero sorpreso di questo avvenimento. Mulazzano presenta una realtà assolutamente e da sempre tranquilla. Il fatto che un evento del genere sia avvenuto qui, significa veramente che il virus dell’intolleranza e della violenza sta prendendo piede dappertutto». Gli interrogatori ora continueranno a oltranza. Non si escludono sviluppi a breve.

da leggo.it

I commenti sono chiusi.