Mantovano si dimette dal governo contro la decisione di portare gli Immigrati a Manduria

Il sottosegretario all’Interno lascia
Si dimette Mantovano. Lascia anche il sindaco di Manduria

Il sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano ha deciso di rassegnare le dimissioni. La decisione sarebbe legata al numero di immigrati previsti per la tendopoli di Manduria.
La decisione delle dimissioni è stata presa da Mantovano dopo la notizia che la prima nave passeggeri che trasferirà gli immigrati da Lampedusa porterà a Taranto, e poi a Manduria, oltre 1.400 persone.
Nei giorni scorsi Mantovano in consiglio comunale a Manduria aveva annunciato, su indicazione del ministro dell’Interno, Maroni, che la tendopoli avrebbe ospitato 1500 immigrati irregolari.
Ad oggi erano già oltre 1.300 gli immigrati assistiti a Manduria. La Puglia ospita già tre Cara per richiedenti asilo e due Centri di identificazione ed espulsione.
Si dimette anche il sindaco di Manduria
Il sindaco di Manduria, Paolo Tommasino (Pdl), ha rassegnato le dimissioni. Le ha consegnate – a quanto si è saputo – nelle mani del sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano. Tommasino era a Roma per incontrare il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, per discutere dei problemi legati alla presenza sul territorio della tendopoli per immigrati.

da rainews24.it

I commenti sono chiusi.