Matteo Becucci intervista

matteobecucciMatteo, l’eroe normale di X Factor
“Una svolta, ma non lascio il lavoro”
L’impiegato livornese trionfa in tv
“Pensavo di essere troppo vecchio”
MILANO
Per via dell’età non pensava di superare «nemmeno il primo provino», invece Matteo Becucci non solo è entrato a far parte dei concorrenti di X Factor, non solo ha superato indenne tredici puntate senza mai doversi confrontare in un ballottaggio, non solo è arrivato tra i finalisti, ma il programma l’ha pure vinto. Lasciandosi alle spalle il 23enne bresciano Jury Magliolo e, per solo 16 voti, anche il favorito trio di trentini “The Bastard Sons of Dioniso”, il 38enne livornese, papà di due bambine, si è aggiudicato il contratto da 300mila euro con una major discografica.

Per uno che viene da una lunga gavetta e una consistente mole di tentativi, è una vittoria che vale doppio. E infatti, a programma appena concluso, è apparso felice ed emozionato come da copione, ma soprattutto soddisfatto per aver finalmente fatto centro. Proprio perchè, ha spiegato, «erano 18 anni che cercavo di fare questo lavoro» e ha assicurato di non aver paura della strada che gli si è aperta innanzi. Saggezza però, e forse un po’ di scaramanzia, gli hanno suggerito giusto una precauzione: «non lascio ancora il lavoro – ha precisato -, per il momento continuo con l’aspettativa». La vittoria l’ha dedicata a Paco, «amico che non c’è più», e ha ringraziato il programma e la sua «immediatezza» per avergli permesso di fare quello che non gli era riuscito in diversi anni. «X Factor – ha detto – è un grande provino televisivo. Vincere è la cosa più bella che mi potesse succedere».

Matteo sarà nei negozi di dischi a partire da Venerdì 24, quando sarà in vendita il singolo “Impossibile” (ma in un solo giorno il suo brano è salito nella classifica dei primi 5 singoli più scaricati di iTunes), cantato anche ieri sera sul palco della finale, eccezionalmente trasmessa sulla prima rete Rai. Felice ma sorpreso dell’esito finale s’è mostrato il conduttore, Francesco Facchinetti: «dovrò tornare a casa in mutande – ha detto al termine della trasmissione – perchè avevo scommesso sulla vittoria di Jury. Però ci torno contento perchè ha vinto un ragazzo che ha fatto tanta gavetta, che è partito in salita ma che non è mai finito al ballottaggio. Tutti e tre, comunque, hanno dimostrato una grande forza». Le fatiche però per Facchinetti e company sono destinate a continuare: X Factor ripartirà con l’autunno (molto probabilmente il 14 settembre). Ma prima bisognerà riavviare il sistema di reclutamento dei talenti con l’organizzazione dei provini. Appuntamento a breve allora per alimentare la macchina che, fatto un cantante, vuole subito farne un altro.

da laStampa.it

3 comments

  1. Nadia

    Il singolo/inedito di Matteo si chiama IMPOSSIBILE non Immobile!!!