Michele Serra l’amaca di giovedì 13 marzo 2014 Renzi è perfettamente nella sua parte. Il copione — almeno quello — rispetta le premesse.

michele serra 2L’AMACA del 13/03/2014
Verificare punto per punto quando e quanto l’enorme pacchetto di provvedimenti confezionato da Renzi sarà attuato, o se al contrario è solo “movida”, come sospetta il buon vecchio Bersani: questa è la fatica improba di analisti, giornalisti, economisti, politici, bloggers, insomma dell’Italia intera. Il rischio è essere presi per sfinimento, perché l’energia di Renzi è satanica (in senso carducciano: Ode a Satana), una specie di neopositivismo febbrile che travolge e stordisce. Il notista politico negli ultimi anni morto di noia, l’economista appisolato sulle solite vecchie tre cifrette (lo spread, il pil, il mibtel), il deputato che voticchia da due o tre legislature le stesse leggi scongelate, d’improvviso sono investiti da un tornado di parole, grafici, date, leggi, riforme, proclami, annunci.
Di tutto questo può restare molto, poco oppure niente. Può essere politica o velleità; cambiamento o fumo negli occhi. Lo scopriremo vivendo. Nel frattempo, si ha la conferma che il plebiscito ottenuto da Renzi alle primarie era spiegabile proprio dalla speranza di questo sconquasso, una botta di vento forte dopo una deprimente bonaccia. L’attore, per il momento, è perfettamente nella sua parte. Il copione — almeno quello —
rispetta le premesse.

Da La Repubblica del 13/03/2014. michele serra via triskel182.wordpress.com

I commenti sono chiusi.